I Paradisi Noir nascono nel 2004 dall'incrocio di sguardi e di intenti al bancone di un bar del cantautore musicista Cristian Doria e del poeta performer Paolo Ornaghi. Immediatamente i due si scoprono affini per tematiche, visione della vita e concezione della poetica, dell'arte e dell'espressività. Nasce così naturalmente una collaborazione che porta i due ad esibirsi in diverse situazioni proponendo il mix originale di poesia declamata e canzone d'autore per piano e voce. I tre anni successivi vedranno i due affinare la loro proposta e sperimentarla nelle situazioni più eterogenee: il concerto – performance passa dai festival rock alle rassegne poetiche, dai teatri ai centri sociali riscuotendo sempre un sincero interesse e apprezzamento. Forti di questo curriculum nel 2007, Ornaghi e Doria decidono di rendere i loro brani ancora più fruibili e musicali e coinvolgono nel progetto il polistrumentista – produttore Andrea Mottadelli (già con Jet Lag e Arancioni Meccanici) che curerà gli arrangiamenti e l'ampliamento rock dei brani stessi donandogli una potenza nuova. I Paradisi diventano così un trio ed il lavoro di arrangiamento si affianca sempre ad un'intensa attività live che culminerà nell'assetto odierno con l'acquisto del bassista e del batterista dei Male di Grace Valerio Paronzini ed Henrico Pantano. È con questa formazione che il gruppo si presenta al festival della cultura europea di Budapest e che tutt'ora lavora e si esibisce. Recentemente è uscito il loro primo album omonimo.