I VIAGGI DI JULES nascono nell’estate del 2011 da un’idea Alessio Mosti. Quell’anno il giovane cantante, suonando nelle terre toscane, trova il materiale che gli servirà per costruire il suo progetto e riesce a terminare il disco in un anno di lavoro.
Si arriva così all’inizio del 2012 e quando I VIAGGI DI JULES diventano quattro: Alessio Mosti, voce e leader della band, Francesco Tonazzini, alla sua chitarra folk, Edoardo Teani, al contrabbasso, e Sergio Napolitano, alla batteria e percussioni.
Il progetto ha l’ambizione di declinare in italiano il neofolk, tendenza ormai globale: l'antico folclore dei popoli traslato ai nostri tempi. La volontà è quella di recuperare l'essenzialità primigenia che solo corde e legno riescono a dare, la stessa magia che permette ad uno scafo di solcare i sette mari. L’immagine simbolo è quella di un uomo che parla dell'unica cosa di cui abbia il diritto di parlare: se stesso, il suo viaggio e le persone che lo hanno accompagnato. Una musica che si prospetta raccolta di ritratti dietro alla quale campeggia il ritratto del pittore stesso.
Nel novembre del 2013, sotto la guida del produttore Fausto Dasè, i ragazzi entrano in studio per registrare il loro disco d’esordio “Entronauta” crocevia dei loro viaggi musicali, interiori e non.