Karcavejia Strati video

Video collegato all'album

L' Inverno su Marte2016 - Rock, Punk, Hardcore

Vai all'album Vai alla recensione

Descrizione

Correre veloce fino a perdere la pelle,
in quale strato del mio corpo sta il ricordo?
Veloce come luce del mattino
nel deserto dei miei occhi senza pianto.
Respirare forte fino a rompere le corde
del mio urlo soffocato dalle foglie
di una giungla di pensieri avvelenati,
cresciuta attorno a certi miei segreti.

Quanti desideri orribili ho dovuto concepire
per provare a non morire affogato in questo mare
in cui ogni cosa può far male
ogni cosa qui fa male.

Fuggo dentro questo labirinto
dove gli specchi sono stati rotti tutti
ogni grinza che rivedo sul mio volto
è una frase dal sapore vergognoso

Sillabe e parole scritte nelle mie pupille,
in quale lato del mio sguardo cadrà il mondo?
Nascosto nella nebbia del mattino,
nel giardino dei fanciulli senza fiato,
cucirò la notte con il filo dei discorsi
per coprirmi e sentirmi più forte
di questa giungla di pensieri avvelenati,
senza la quale non saremmo più gli stessi!

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Pannello

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani