KLIMT

i klimt iniziano in provincia di milano, nella primavera 2007
i klimt suonano canzoni rock, a volte senza far troppo casino

è del novembre 2008 il primo lavoro, l’EP
"Questo è il nostro Demo"
cinque canzoni di caos spontaneo, semplici speranze, incazzature, punti di domanda, gioia

il 4 ottobre 2009 viene presentato il secondo EP
“Marte è morto”
un disco più rock e diretto che parla delle favole che ci raccontano,
di maniche arrotolate, del fare un passo indietro per andare avanti, della crisi degli eccessi

a gennaio 2012 esce il primo album autoprodotto con 11 brani
“Viola spera”
con atmosfere inedite, nuove sonorità e più spazio alla psichedelia
il viaggio di un alieno non molto diverso da noi, la fotografia dei klimt del 2012

andrea menini
è un cantante indiscreto di matrice amatriciana (?!?)
da piccolo ha ingoiato un megafono ed ha iniziato a urlare le sue melodie,
inoltre nei klimt gioca con suoni, rumori e articoli per l’infanzia

stefano cristiano
chitarrista con l’hobby del rumore, strimpella tastiere, basso, giocattoli vari e canta
trae linfa ascoltando il blues, le televendite, le urla dei cantanti e la musica fatta per necessità
una volta ha incrociato per caso little tony in aeroporto in sardegna

i klimt scoltano e apprezzano
beatles, nirvana, pearl jam, reggae, rino, alice in chains, zeppelin, sonic youth, police, afterhours,
pink floyd, marlene, battisti, bossanova, martasuitubi, johnny cash, radiohead, faber, pixies, dylan …
ma anche no