La Belvert è una volpe alla caccia di sè stessa.

La Belvert è un organismo che solitamente assume la forma di un quartetto musicale.
Quando suona spazia tra concerti domestici, i palchi e la strada, improvvisazioni e set elettroacustici, manie di collezionismo e riutilizzo sonoro.
Una contaminazione tra pop e ricerca, che ascolta gli Animal Collective e Paul Simon, Dalla e Pierre Schaeffer e prende nota di tutto quel che può.
Dietro il sipario una giungla di idee,
nel canto un richiamo d'uccello esotico.
C'è curiosità per il suono, l'immagine, la performance, il teatro.
La sua culla è l'Italia, ma nei testi si parla di terre lontane,
forse perché c'è necessità di cambiare.