Lame a foglia d'oltremare - Testo Lyrics Amaro 18

Descrizione Amaro 18

Lo sguardo e la voce del malcontento dei precari, degli indignati e dei disoccupati, stanchi di sopportare una condizione di graduale soffocamento. Contro l'antipolitica dei governanti, delle massonerie e delle multinazionali, si torna nelle piazze d'Italia, più coraggiosi e incazzati.

Testo della canzone

AMARO 18

Deidda, Lepori, Pistis, Coda, Cadeddu

Ciao! Ci ritroviamo
Noi, sedati e impomatati
A trent'anni,
Vuoi prendere un caffè?
Sono stanco di ossequiare
E di ingoiare
Ottimismi alla crema
Il sistema non sistema
I muri sono bianchi
I figli sono stanchi

Le piazze tornano a urlare
Torna anche la voglia di osare
E di parlare
Davanti a un buon caffè,
Quanti siamo a scavalcare
Le cancellate!
Armati di limoni
Nella caccia ai massoni
I muri si colorano
I figli si innamorano

Sono nostre le strade
E nostra è la rete
Qui non è più tempo
Di stare ad aspettare
C'è l'ammazzacaffè!
L'ammazza ed il limone
Contro il muro di cartone,
Domani tocca a te
Portare l'ammazzacaffè
Prima del candelotto
Un Amaro 18

Album che contiene Amaro 18

album Panem, binu et circenses - Lame a foglia d'oltremarePanem, binu et circenses
2012 - Rock, Indie, Etnico
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati