Dilatazioni sonore, parole che lasciano spazio all'immaginazione portando l'ascoltatore in una dimensione spazio-temporale sospesa tra il viaggio (suono) e la realtà (parola). Anime inquiete, che trovano la loro pace nel racconto e nella ricerca, tra sonorità rock e derive di psichedelia. I Laradura sono Luca Li Voti (vox/guitar), Valentino Pirino (guitar), Antonio D'Urzo (bass) e Gaetano Di Giacinto (drum). La prima esperienza della band bolognese si ha nel 2008, quando Laradura autoproduce "...dal tramonto all'alba", concept album che con il susseguirsi dei brani richiama il trascorrere visionario ed emotivo di una giornata dai canoni inversi. A gennaio 2010 entrano al “Lotostudio” di Ravenna (con Gianluca Lo Presti) per la registrazione, in presa diretta, del primo album "Senza Fine" che uscirà a febbraio 2011 per la "Red Birds Records". Questo lavoro, sintesi di più di un anno di composizione, manifesta l'insoddisfazione di una generazione verso il proprio paese, una generazione che apparentemente sembra non avere speranze e con molta difficoltà riesce a guardarsi dentro. Immaginando Federico García Lorca e Carl Gustav Jung in una lunga passeggiata profonda quanto silenziosa, i Laradura ci accompagnano con le loro sonorità alla ricerca sofferta di una pace continua...