le fatine esistono dal 2000 circa, ed hanno avuto negli anni dei cambi di formazione che non ha mutato ma arricchito il percorso musicale intrapreso. L’attuale formazione è assieme da circa un anno. La musica delle Fatine è letteralmente uscita di fabbrica, da una foresta che trattiene dentro una miriade di storie: il gruppo ha avuto infatti la sua sala prove per molti anni proprio all’ex-cotonificio Lanerossi di Dueville, luogo della memoria operaia. Un’eredità di tutti e di nessuno. Le Fatine si rifanno a misticherie, a leggende, a piccole storie e a grandi dicerie, a singole parole. La fata è quella magia sospesa che spinge il gruppo a inoltrarsi verso altri orizzonti, dettati dal fato, a imprevedibili campi di sperimentazione tra messaggio musicale e verbale. un progetto musicale fatto di sonorità psichedeliche e di sperimentazione nel formato-canzone che propone una musica del sottobosco. La musica delle Fatine, dove le fatine sono le canzoni, storie e corpi senza genere, sospese a mezz’aria, che raccontano quello che era e quello che è.