Le MoSche arrivano dalle calde regioni dell’Italia meridionale. I membri della band, con trascorsi in generi musicali diversi, uniscono le loro esperienze dando vita a musiche inedite dal sound sperimentale, e parallelamente alla reinterpretazione di brani della musica popolare in dialetto salentino, siciliano e calabrese. La commistione di strumenti elettrici (chitarra) ed elettronici (drum machine e synth) e strumenti acustici (chitarra acustica, sax, clarinetto), nonché etnici (bouzouki, saz, daf, oud) dona alla musica delle MoSche un sound originale e innovativo, sempre con uno sguardo rispettoso alla tradizione popolare.
Il nome della band nasce da un’immagine metaforica. La mosca, insetto rifiutato per eccellenza, rappresenta l’escluso, l’emarginato che invece sul palco diventa protagonista, senza per questo perdere la sua natura semplice. Inoltre, scegliendo il nome Le Mosche, la band ha voluto omaggiare l’opera teatrale di Jean Paul Sartre “Les Muches”.
Le Mosche sono Giampiero Lupo alla voce, synth, chitarra elettrica, chitarra acustica, pianoforte, organetto e loops, Mirco Mungari al clarinetto, saz, bouzouki, oud, tamburi a cornice e friscaletto, Giovanna Merico al sax soprano, sax contralto, organetto e percussioni, Lorenzo Mattei al basso e darbouka.
Durante l’estate 2012 il gruppo ha autoprodotto un demo di 5 tracce contenenti canzoni inedite e due canzoni popolari rivisitate. Il demo autoprodotto si intitola “Il Mio Piccolo Segreto” e vede la collaborazione del sassofonista agrigentino Andrea Francesco Manno.
Nel 2013, le Mosche partecipano con successo alla manifestazione musicale Musica Nelle Aie che consiste nell’esibizione di una selezione di gruppi locali nelle strade di Faenza. Frutto di questa esperienza è la collaborazione con l’etichetta Galletti-Boston. L’etichetta ha selezionato un pezzo delLe Mosche presente nel demo “Il Mio Piccolo Segreto”, per inserirlo nella compilation “Musica Nelle Aie 2013”.
Dopo tanti concerti in giro per Bologna e fuori Bologna e tanta esperienza di lavoro in studio, ha visto la luce il primo album della band. “Boa Viagem Capitão” è un concept album di 10 canzoni (nove inedite ed una canzone della tradizione popolare salentina rivisitata). Il filo conduttore dell’album è il viaggio con le sue mille sfaccettature narrato attraverso le storie di 10 piccoli invisibili eroi.
L’album è prodotto da Giampiero Lupo e Le Mosche, ed è edito dalla New Model Label (www.newmodellabel.com). A seguito dell’uscita dell’album nel novembre 2015, Le Mosche saranno impegnate nella presentazione di “Boa Viagem Capitão” in una serie di concerti ed eventi in giro per l’Italia ed all’estero.