Video collegato all'album

"Songs for Takeda"
2014 - Soul, Indie, Folk
Vai all'album Vai alla recensione

Descrizione

Rusty world's seeds è il brano d'apertura di Songs for Takeda, primo album di Letlo Vin. Il video è ambientato in due stagioni diverse, nei pressi di una cascina abbandonata, dove le riprese invernali evocano una desolazione che si contrappone fortemente alla natura verdeggiante delle riprese estive, anche se nell'intreccio del racconto è il senso di solitudine a dominare.
Il protagonista, un bambino di 5 anni, esplora un luogo per lui misterioso, a cui reagisce con curiosità ed entusiasmo, come fosse un regno fantastico in un luogo isolato dal mondo. Il suo alter ego adulto, invece, si aggrappa a una chitarra e arranca nella neve come se non sapesse sopravvivere alla maturità, angosciato dalla paura di perdere lo stupore e la gioia.
Rusty world's seeds è una ballad alt-country il cui ritornello, reso intenso da cori che richiamano il gospel, è un atto di accusa all'esistenza. La voce narrante è rappresentata dall’amico fraterno dell'autore: Takeda, che si è tolto la vita nel 2004. A lui è dedicato l'intero album, uscito il 2 ottobre 2014.

Songs for Takeda è un concept album che ha preso forma nel corso di quattro anni, dal 2008 al 2012: il tempo che l’autore ha impiegato per metabolizzare il suicidio di Takeda.
Le canzoni sono come dei capitoli di un libro diviso in tre parti: un malinconico preludio introdotto dal protagonista (Takeda) nei primi due brani, la successiva cruda narrazione degli eventi e un epilogo secondo il punto di vista dell’autore (Letlo Vin). Laddove Takeda apre l’album con un ultimo addio, dando voce alla sua depressione, Letlo Vin lo chiude con un primo sereno arrivederci, come di colui che ha finalmente raggiunto il distacco necessario per ricordare senza rabbia.
In questo primo disco LETLO VIN affronta, oltre la tragica vicenda, anche una sorta di viaggio musicale che va da Johnny Cash, Pete Seeger, Leonard Cohen e Bruce Springsteen fino ad arrivare ai giorni nostri con Mumford & Sons, The Decemberists, Bon Iver, Wilco e Iron & Wine.

«Per “Songs for Takeda”, il mio primo album, non ho attuato nessuna particolare ricerca sonora e tantomeno desiderato essere moderno, originale, trendy» racconta Letlo Vin. «Ho semplicemente suonato quello che sono, che è anche frutto di quello che ho ascoltato. Ho avuto poi la fortuna di incontrare persone che come me suonano esattamente quello che sono, rendendo il tutto ancora più spontaneo.»
CREDITI VIDEO
Regia e montaggio: Rosamaria Montalbano
Soggetto: Letlo Vin

Link:
http://www.letlovin.com
https://www.facebook.com/LetloVin
www.youtube.com/user/letlovin

Ufficio Stampa: AstarteAgency - Cesare 348_7904052 - cesare@astarteagency.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati