Congelata l'esperienza Bartok, uno dei più interessanti e creativi gruppi emersi dalla scena alternativa italiana degli ultimi anni e due album capaci di raccogliere consensi unanimi di critica, Roberto Bachtold Binda (voce) in compagnia dell'ex IK14 e bassista degli Hikobusha, Paolo Zangara (chitarra) ed il pianista australiano Darren Cinque, danno vita nell'estate del 2004 al nuovo progetto denominato
LO.MO. Un suono dalle forti tinte noir, capace di oscillare tra ballate malinconiche e scarni blues urbani, tanto vicino alla canzone d'autore italiana quanto al post-punk. Registrato allo studio Fuori porta (PV) sotto la guida di Hugo Race (Nick cave & the bad seeds,True spirit) "camere da riordinare" segna l'esordio discografico del gruppo, licenziato nella primavera del 2005 dall'etichetta sarda Desvelos. Oltre all'australiano che produce e suona l'organo in alcune canzoni, il disco è impreziosito dalla partecipazione della cantautrice catanese Marta Collica (Sepiatone, John Parish band).
La critica specializzata è unanime nell'ottima accoglienza all'album, il mensile Mucchio inserisce l'album tra i finalisti del premio "fuori dal mucchio" per il miglior esordio.
Nell'estate i LO.MO partecipano a diversi festival tra i quali il prestigioso Tora Tora, dividendo il palco con Afterhours, Marlene kuntz, Ulan Bator etc...
Nell'autunno 2006 arriva il salto di qualità per la band con l'ingresso del chitarrista Lucio Bardi, già al fianco di Nada e stabilmente con Francesco De Gregori, una serie di concerti acustici attraversano la penisola concludendosi nel 2007 con l'apertura a Mick Harvey.
Nel 2008 inizia una fase nuova con l’ingresso temporaneo di Roberta Cartisano al basso e tastiere (Giuvazza,Giancarlo Galante) e Lucio Sagone alla parte ritmica, batteria e percussioni (Gatto ciliegia, Don quibol).
Partecipano al nuovo album degli italo/francesi Grimoon “les 7 vies du chat” uscito a marzo 2008 con ospiti come Black heart procession,Derien Thibaut e Mariposa.
Sempre con i Grimoon partecipano alla compilation "omaggio ai cantautori" allegata alla rivista Mucchio extra uscita a luglio.
Intraprendono una serie di concerti con il musicista argentino Henry Hugo e iniziano un progetto comune tra Milano e Zurigo con una formazione allargata che comprende la violinista svizzera Pascale Amstutz.

Nel marzo 2009 fa il suo ingresso nel gruppo Francesca Morandi al contrabasso e basso elettrico.
Parallelamente inizia la scrittura dei nuovi pezzi che andranno a comporre il seguito di "camere da riordinare".
Ora finalmente il gruppo torna con un nuovo lavoro in studio. "Il tre nel segno" si avvale della produzione di Lucio Bardi e Massimo Spinosa ( De gregori / De Andrè) e della partecipazione di Hugo Race, Mauro Ermanno Giovanardi, Eco Nuel e Henry Hugo. Uscirà a gennaio 2012 per Zahr Records e sarà distribuito da Edel.