Lorenzo Pizzorno

Da Pesaro. Chitarrista, bassista e autore, ha proposto il proprio repertorio negli anni sia in veste solista, sia come leader dei Gomer (coi quali ha dato alla luce "Ma non dovevo diventare come i Beatles?" - https://www.rockit.it/gomer/album/ma-non-dovevo-diventare-come-i-beatles/21779 - nel 2013); a questa attività ha affiancato quella di bassista per Maria Antonietta (tour 2012) e per Colombre (Pulviscolo Tour, 2017-2018).
Nel frattempo l'esperienza Gomer si è conclusa.
Dal 2016, diviso tra i boschi in cui ama scomparire e gli angoli più intimi di casa, solitario e senza l'ansia dei "modi in cui si fanno le cose", munito di iPad e vari ammennicoli da connettere al device, inizia ad applicarsi a un modo nuovo di fare le cose, cominciando a comporre e registrare canzoni, concentrandosi sull'urgenza di "catturare al volo" l'effimero e restituirne una forma nel momento e luogo in cui l'ispirazione si manifesta, e con la voglia di fare i conti solo con se stesso attraverso la musica e quello che da tempo crede essere la base del lo-fi 3.0, cioè, appunto, il tablet.
Ed è contento, perché ce l'ha fatta e gli piace, perché sa che arriva al cuore. E questa linea, che prima era semplicemente sperimentale, ora è diventata la Linea. Altri tre nuovi album (tematici) sono in via di lavorazione, senza scadenze, senza consigli, senza tendenze da seguire. Così, solo perché ne vale la pena. Il resto si vedrà.