Ero un bambino di 7/8 anni quando giocavo con i personaggi dei miei film preferiti, Batman, l'Uomo Ragno, Superman, Action man, e coi soldatini! Ricordo che già allora creavo o riproducevo vere e proprie storie con quei pupazzetti. giocavo e giocavo, e mentre inscenavo delle scene d'azione, riproducevo con la mia voce le musiche di questi capolavori cinematografici. A volte mi capitava di essere immerso in questi distacchi dalla realtà anche durante i compiti di matematica, e canticchiavo (tutti mi prendevano per una specie di "ebete" tra le nuvole....Ma in realtà creavo...
A 12 anni presi in mano, per la prima volta, la vecchia chitarra di mio padre, (EKO Italiana) che più tardi avrebbe caratterizzato il suono acustico dei miei componimenti. Allora i Beatles entrarono nella mia vita dopo che feci una vacanza studio in Inghilterra giusto l'estate prima. Era fantastico poter imparare quello che suonavano gli "scarafaggi", era fantastico poter andare per la prima volta su un palco e suonare vestito con una giacca di pelle e jeans scuri, quello che Lennon e McCartney avevano suonato 40 anni prima! Mi sentivo uno di loro!
Ma poco dopo mi resi conto che ero come nudo senza una batteria, un basso e un'altra chitarra. Era arrivato il momento di mettere su una band! THE HOODS! Gli "incappucciati" presero forma mischiando l'entusiasmo e l'innocenza di 4 ragazzini che amavano fare musica. Non c'era tecnica o professionalità, solo l'amore e la passione.
Come tutte le cose c'è sempre una fine e la magia che ci univa non c'era più. Mi riscoprii quindi solista solcando i palchi di concorsi nazionali e a fare serate nei pub. Nel mio cuore le note mi hanno sempre regalato emozioni; e non posso fare altro che convogliare queste, formate da colori caldi e freddi, nelle mie canzoni: "Dicembre d'Amour, Signature of Love, Secret Game, Come se, Francesca" e raccontare anche a voi quello che provo facendovele ascoltare...