Lo stile musicale dei Lots – nati nel novembre 2014 – è tendenzialmente indie-pop, con vene folk cantautoriali.

L’indirizzo iniziale della band è prettamente acustico, due chitarre e due voci. Così il primo EP “A Day To Remember”, che più di un Ep è una demo e risale a marzo 2015, trova nella semplicità stilistica la chiave della sua realizzazione.
A distanza di solo un anno uscirà la loro seconda opera: ‘Il mago di LOTS‘, un album frutto di un duro lavoro da cui scaturisce la voglia di uscire allo scoperto.
L’ album è stato presentato in anteprima il primo aprile 2016 con un video per la regia di Aldo Kashami (“Mafalda”), mentre il giorno 6 Maggio ha visto l’uscita sul supporto fisico de “Il Mago Di LOTS”. La versione digitale dell’album risale al 13 maggio e la successiva presentazione il 6 giugno al Teatro President (Pc).

”Il mago di LOTS” raccoglie temi di vario genere raccontando lati e aspetti della vita di tutti i giorni senza banalizzarli, supportati da uno stile profondamente diverso dal primo Ep. I testi passano dall’essere cantati in inglese all’italiano e le sole chitarre acustiche vengono accompagnate da basso e batteria.
“Un album sudato e pensato, scritto e registrato con la voglia di uscire allo scoperto, di abbandonare i propri schemi di trio acustico per accogliere tutti i generi che caratterizzano i membri e le loro esperienze.” (Antonio Bacciocchi).

La formazione era composta da Michele Barbieri voce e batteria, Marco Zannardi e Andrea Porcari si alternavano tra chitarra acustiche, elettriche, tastiere e armonica.
Dal 2016, dopo l’uscita de “Il Mago Di LOTS” entrano a far parte del progetto Mirko Mariani alla voce solista e Andrea Speroni al basso, cambiando l’indirizzo stilistico della band.

Dopo oltre 40 concerti nel nord Italia da Tendenze Festival ai grandi club milanesi visitati con
Emergenza Festival, sino alla finale all’Alcatraz, i Lots decidono di cambiare nome in "Lost On The Sofa":
“Rappresenta ciò che noi vediamo nel mondo odierno, uomini persi sul divano che cercano conforto nello schermo di una realtà digitale che sembra reale ma che in fondo non lo è, che annacquano le loro vite non più con una bottiglia di vino rosso ma con le storie di qualche serie tv. Non è una critica a questa società, solo una riflessione spontanea. Un pensiero a cui cercheremo di dar gambe e braccia nelle nostre prossime canzoni per farlo camminare da solo, con voi al suo fianco.”

Ora , dopo una campagna di successo con Musicraiser, hanno pubblicato il loro nuovo Ep "Persi" il 1° giugno 2018.

“Persi è l’album del cambiamento: si rivolge a chi sta sperimentando una fase di transizione e lo invita a cantarci su. Perché la morale dell’EP è questa: anche nella fase più difficile non spegnerti, è tutto da vivere. Mentre lo ascolti, senti che è un album fresco scritto da gente che ha voglia di ballare e ridere e vivere.” (Ilaria Arghenini- Auralcrave)