LOVE BOAT Biografia: I Love Boat nascono in Sardegna, nel cagliaritano, nell'estate del 2006, per gioco, quando vennero filmati nei bagni di un locale mentre suonavano la loro prima canzone in acustico (intitolata "You know I really want you" e il filmato è visibile su www.myspace.com/loveboatbeibe). Dopo questo video nel bagno tirano su una manciata di pezzi, stavolta in elettrico, ripetendo spesso l'esperimento dei "bathroom parties" e creando sempre maggiore curiosità intorno a loro. Il set del trio è minimale e atipico: una chitarra elettrica, una chitarra acustica, una set di batteria ridotto all'osso (cassa/rullo/ride e un tamburello) e tre voci. A metà del 2007 comincia la loro massiccia attività live, diventando una vera e propria party band. Le reazioni della gente ai loro concerti è spesso "scalmanata" e i finali delle serate diventano talvolta imprevedibili. Decidono, in preda all'eccitazione, di andare a registrare all'Outside/Inside Studio di Montebelluna. Con l'aiuto di Matteo Bordin (dei Mojomatics) e di Nene Baratto (dei Movie Star Junkies) registrano dodici brani inediti e tre cover, a cui fa seguito la loro prima tournee nella penisola; memorabile fu il "concerto acustico" improvvisato nei bagni dello Spazio211 a Torino dove intrufolandosi dalle finestre nella toilette delle signore, con il pubblico al seguito, vennero interrotti e mandati via dal servizio di sicurezza del locale. Delle quindici canzoni registrate, due vanno a finire nel loro singolo di debutto per la Shake Your Ass Records (etichetta che ha stampato gruppi come Black Lips, Brimstone Howl, the Mojomatics, the Rippers, Possessed By Paul James ecc.) che vede la luce nel Dicembre del 2007. Questo primo 7 pollici contiene due canzoni: "Love Boat song" e "Don't ask me why". Sempre nel dicembre 2007 il 45 giri viene promosso in una nuova tournee in giro per l'Italia. Il singolo ha ottime recensioni in tutta Europa e dopo nemmeno un anno è già sold-out. Si accorge dei Love Boat la Alien Snatch! di Berlino, una delle etichette garage/punk/r'n'r più interessanti d'Europa, che, incuriosita dalla musica dei Love Boat, propone loro di registrare nuovi brani per valutare l'eventuale uscita di un album. Cosi a giugno del 2008 i Love Boat, con molti concerti alle spalle e un repertorio sempre maggiore, tornano in studio e registrano altri 10 inediti. Dalle due sessioni di registrazione Daniel Bouchè (mr. Alien Snatch!) e i Love Boat selezionano 12 canzoni che vanno a finire nel loro primo disco "Imaginary beatings of love". A novembre del 2008, in parallelo con la stampa del disco, la band parte per un tour di un mese in giro per l'Europa, toccando città come Parigi, Lione, Bordeaux, Amsterdam, Groningen, Berlino, Amburgo, Stoccarda, Monaco, Basilea ecc. Il tour è stato un successo sia di pubblico che di vendita di dischi. La band ora è impegnata con la promozione dell'album, con le riprese di un videoclip e con la programmazione di nuovi concerti. Web: www.myspace.com/loveboatbeibe Line-up: Andrea Pilleri (Voce - Chitarra acustica) Claudio Zucca (Chitarra elettrica - voce) Stefano Lo Piccolo (Batteria - voce) Discografia: - "Love Boat song + Don't ask me why" - 7" - (2007 - Shake Your Ass Records) - "Imaginary beatings of love" - LP/CD - (2008 - Alien Snatch! Records)