Luca Giambersio nasce a Monza nel '77 e i primi approcci alla musica sono improntati più sull' esplorazione che sull' emulazione. Quasi da subito compone brani dalle ballate ironiche a brani più intropsettivi. Autodidatta ma sin da subito ricercato nella scelta degli accordi e nei fraseggi di chitarra, acquisisce una spiccata personalità musicale che lo rendono quindi poco riconducibile ada altri cantautori. L'esigenza di un'iscrizione alla SIAE allora si presentava come un modo per mettere ordine a tutti i fogli volanti con scritte le canzoni col rischio che si perdessero o che la memoria giocasse un brutto tiro. Fortunatamente questo non capitò. Dopo un quaderno zeppo di canzoni e mille notti passate con chitarra, sigarette e luci soffuse, decide di uscire allo scoperto e andare alla ricerca di musicisti per interpretare l'ormai vasto repertorio. Ed è qui che prende forma l'idea di formare la band "fuorionda". Il progetto fuorionda nasce nel novembre 2005 da un'idea di Luca Giambersio, autore di testi e musiche. Con Luca, chitarra e voce, collaborano Roberto Monti al Contrabbasso e Lorenzo Mari alla batteria. Inizia un'intensa sessione di affinamento che porta i fuorionda ad un demo, Arcore Streetfestival 2005, Arezzo Wave 2006, Musicultura, Festival Internazionale degli Aquiloni Cervia 2006, e all'uscita del primo demo autoprodotto intitolato "A Piedi Nudi" (2005), una registrazione che include 10 pezzi. Da qui si arriva all'inserimento di Emanuele Cepparo, sax tenore e soprano e cori, che da subito sposa lo spirito artistico "fuorionda". Con l'inserimento di un fiato, viene rivisto ulteriormente l'arrangiamento dell'intero repertorio. Dopo circa un anno di prove e concerti, ecco il primo CD autoprodotto, intitolato "Movimenti Impercettibili" (2007). Registrato e mixato da Guido Fioravanti, presso il Clockwork Studio di Cernusco Lombardone , il cd include 9 canzoni che risentono di svariate influenze musicali: cantautorale italiano, rock acustico, influenze jazz, bossa e funky. Il disco presenta inoltre, in 4 canzoni, la registrazione del violoncello di una gradita ospite e amica Francesca Giomo. Il disco si presenta come un prodotto musicalmente originale, finora molto apprezzato, e ogni pezzo si immerge in un genere musicale ben distinto, non seguendo una linea uniforme, che non permette quindi di catalogare i fuorionda in un genere facilmente identificabile. Il Brano "Campi di Luce" è passato in rotazione per Radio Lifegate e sempre Lifegate ha selezionato i fuorionda per il Tour sull' Ecobus della rassegna "Talenti per Natura 2008" dove hanno ricevuto diversi consensi autorevoli come quelli di MarteLive. Finalista al Premio Pavanello 2008 che si è svolto a Trento presso i Giardini di S.Chiara il 5 Settembre 2008. A breve in studio per le registrazioni del primo disco solista.