Luigi Friotto nasce nel 1981. Abruzzese.

Dal 2003 con il quartetto Friotto e Bandautore comincia a costruire spettacoli di canzoni e di teatro. Ripropone in chiave acustica una parte consistente del cantautorato italiano contaminando i repertori con un ingranaggio di richiami alla musica classica e cinematografica, alle sigle storiche della televisione del passato, all’avanspettacolo. Saranno veri e propri laboratori sperimentali per i lavori inediti che seguiranno.

Nell'estate del 2012 esce il primo singolo “Silenzi da un temporale”. Ad agosto viene diretto e realizzato dall’amico William Di Paolo il videoclip della canzone premiato qualche mese dopo al PVI 2012 (Premio Videoclip Italiano)nella categoria degli indipendenti.

Il 2013 è l’anno del primo “CONCERTO SULL’ACQUA”. Un ensemble di nove musicisti collocati su una piattaforma galleggiante e sei danzatrici sul bagnasciuga. Canzoni, coreografie, colonne sonore, nuovi brani inediti. Esce nel settembre dello stesso anno il videoclip del secondo singolo "Il posto dei porti" girato con un pianoforte sulle acque della costa abruzzese. Contemporaneamente si avviano i preparativi del nuovo spettacolo NEROCANDIDO – Canzoni, musiche, musichette ed altre bizzarrìe. Esso diventerà presto il contenitore musicale della produzione inedita.

Nella primavera del 2014 Cominciano le incisioni in studio dell’EP Lucernario con la produzione di Lucio Piccirilli. Un album onirico e visionario, un inno agli elementi: acqua-fuoco-terra-aria, scritti e celebrati sin dalla Grecia del passato, sopravvissuti fortunatamente ai secoli e arrivati fino agli attuali giorni decadenti e perplessi. Si tratta di un inno poco solenne però, privo di santificazioni consuete e ridondanti. Gli elementi vengono raccontati nella loro contraddittoria natura: sanno salvare e sanno rovinare, e lo fanno per natura e necessità e non perché qualcuno possa definirli inderogabilmente buoni o cattivi. Lucernario interpreta la povertà di veduta degli uomini che troppo presi da se stessi riescono ad intravvedere appena i sistemi massimi da cui sono contenuti.

A dicembre viene pubblicato il terzo videoclip con la regia di William Di Paolo. Si tratta di Santofuoco, canzone contenuta nell’Ep Lucernario uscito nel gennaio del 2015.