Mancava, all'attuale scena musicale italiana, un Artista che decidesse, per attitudine, di affrontare la forma canzone a suon di reggae. Questo fantom

Gianluca CALDARA, più noto come LULU: compositore, cantautore e batterista. Inizia il suo percorso artistico a metà anni ’90 collaborando con la scena reggae italiana, all’epoca in pieno sviluppo.

Nel 2001 pubblica con i torinesi DOWNTOWN REBELS il cd/album “Una calma nota”. In parallelo entra a far
parte della band di ZULI “Bassorango” con i quali produce “Foggy Roas Riddim”. Collabora con FIDO
GUIDO, MAMA MARJAS e altri e nel 2009 esce il suo secondo lavoro con i DOWNTOWN REBELS “Nulla sembra certo” e con un tour che prende il via dalla torinese Hiroshima Mon Amour. Nel 2011 entra in studio con i POOR MAN STYLE per registrare le batterie di “Lontano”.

Nel 2011 la svolta solista e la registrazione del cd/album “Se sorriderai” con la collaborazione di Nadya, One love, Nite lit prod, Basso/Rango.

“Se sorriderai”, Toast Records.

Produzione artistica: Natty Dub
Masterizzazione: Josh Sanfelici
Produzione esecutiva: Giulio Tedeschi


"Il 2012 si riconferma un anno particolarmente producente per gli artisti, nelle cui vene scorre sangue itali-giamaicano: il reggae infatti sembra sempre più entrare nel cuore degli italiani forse per quella componente quasi mistica, per i ritmi caraibici molto simili a quelli mediterranei e grazie anche a gruppi per da più di vent’anni portano le vibrazioni nate sulle colline giamaicane sui palchi di tutta italia come i Sud Sound System o gli Africa Unite.
E’ proprio dalla vivissima (dal punto di vista musicale e culturale) Torino, città natale degli stessi Africa Unite, che Gianluca Caldara,in arte Lulu, pubblica il suo terzo album ufficiale (quinto se si contano anche gli album da batterista), ma il primo album con produzioni di spessore che sarà sicuramente il trampolino di lancio per questo reggaesinger in attività dalla seconda metà degli anni ‘90. La gavetta è stata lunghissima, e i risultati si possono ammirare o meglio ascoltare nel suo Se Sorriderai, disco che è uscito negli stores il 10 Maggio già anticipato qualche mese prima dal video Vieni Qui: in questo ultimo lavoro, già in cantiere da più di un anno e mezzo, Lulu vuol “creare coscienza, quindi far riflettere l’ascoltatore” come lui stesso afferma “senza soffermarsi a pensare se le tracce che compongono l’album siano dalle sonorità reggae o hip hop”. Prodotto per la Toast Records, vede annoverati Nite Lite e One Love tra i produttori, molto stimati a livello nazionale e internazionale, Lulu è accompagnato dalla Bring Back Band la band con la quale condividerà i più importanti delle scena reggae italiana. Se Sorriderai è un progetto eterogeneo che non è vincolato staticamente solo ad uno dei generi giamaicani, ma riesce in sole 10 tracce a ottenere un buon mescolamento di ska, roots, con minime influenze dub e pop, da ritmi lenti a melodie più solari e allegre: anche le tematiche non sono prolisse e ripetitive, mai banali, in alcuni passaggi, persino critici, in rapporto allo status sociale contemporaneo".
(Daniele De Donno - OutsidersMusica)