LUNAINFEA, simbolo femminile di oscura purezza ripreso dalle ninfette di Nabokov, è un progetto diretto dalla cantante ispano-islandese Katla Hausmann che vanta cinque dischi d'oro e collaborazioni con artisti quali Bjork, Alan Parson e Joe Cocker fino ai più recenti One Dimensional Man. La band, formata da Julian Nardi al basso, Kaio Karras alla batteria e Alessandro Rubin alla chitarra, propone Art Stoner con testi in inglese, islandese e spagnolo ed esordisce con l'EP omonimo registrato da Giulio Ragno Favero (Il Teatro degli Orrori, ZU). Dopo ottime recensioni e numerosi consensi la band comincia a lavorare in studio al primo LP da cui nasce un concept album basato sulla circolarità e ciclicità della crescita, ispirato da contrastanti armonie, il chiaro-scuro, luce e oscurità, intitolato "GROWING IN THE CIRCLES".

Il disco viene poi missato e masterizzato dal pluripremiato produttore Roberto Maccagno (sei Grammy Awards).
Acquistabile in digitale dal 27 aprile 2015.

LUNAINFEA represents the female symbol of dark purity drawn by Nabokov nymphets. It is a musical project of Spanish-Icelandic singer Katla Hausmann, winner of five Gold discs who collaborated with important artists as Bjork, Alan Parson, Joe Cocker and more recent One Dimensional Man. The band, made up of bassist Julian Nardi, drummer Kaio Karras and guitarist Alessandro Rubin, plays Art Stoner music while its songs are in English, Icelandic and Spanish. The quartet makes its debut with the homonymous album recorded by Giulio Ragno Favero (Il Teatro degli Orrori, ZU).