Nati nella terra d'Abruzzo e più precisamente a Lanciano (provincia di Chieti) per volere del bassista Matthias (Matteo Mucci) e del chitarrista Snatch (Giuseppe Costantino), i Malanoctem hanno affrontato mutevoli e radicali trasformazioni, sia a livello di sound che di line-up sin dalla loro primissima formazione. Il duo muove i primi passi addentrandosi in soluzioni tipicamente di stampo Thrash Metal Americano e compone i primi brani ispirandosi ai Metallica degli esordi(pre-Black Album) e Pantera. Mancano però ancora il cantante, il secondo chitarrista e il batterista. Dopo qualche periodo di ricerca arriva nella band il drummer Ebony&Ivory (Marco di Falco) ed iniziano le vere e proprie prove con tanto di registrazioni demo amatoriali. Il materiale è elaborato da tutti i componenti, che mescolano forti influenze dalla scuola Metal Americana al proprio gusto musicale, componendo cosi brani veloci, d'impatto e molto semplici. I testi sono prettamente in Inglese e cosa importante il nome della band non è ancora stato trovato.Passano i mesi e la miriade di soluzioni avanzate non accontenta nessuno. Nel frattempo una moltitudine di musicisti entra in prova nella band, ma vuoi per mancanza di motivazione o vuoi per divergenze musicali, nessuno si stabilisce e la band continua ad essere un semplice trio. Finchè nell'autunno del 2008 dopo un incessante ricerca arrivano insieme il chitarrista Aun (Giovanni Ruggieri) e il cantante Io/Notan (Antonio Pasquini). Entrambi amici da tempo lavoravano già insieme in altre band dell'interland lancianese, i "The Drop Of Water That Can Wear Through A Stone" (funeral drone con influenze industrial) e nei "Dying Shadows", altro side-project dedito a un classico Swedish Death Metal. I due nuovi membri apportano freschezza e pesantezza al sound, inglobando sin dai primi nuovi pezzi, influenze di Black Metal e Swedish Death Metal e vengono cosi scritte le prime canzoni a 10 mani (tra cui Fire Embrace che finirà nel Promo 2009) e coverizzano "The Pentagram Burns" dei Satyricon tratta dall'album "Now Diabolical" del 2006. Con grande soddisfazione la band comincia ad oliarsi e la produzione di canzoni aumenta in modo esponenziale. Passa altro tempo e finalmente nei primi giorni del Gennaio 2009 esce fuori il nome per la band grazie ad un fortuita intuizione di Io/Notan: Malanoctem. E' il 21 Gennaio e viene aperta anche la pagina di MySpace. Prendendo in toto il nome antico di un paese abruzzese (ora Montebello sul Sangro), la band attraverso il monicker esprime l'attaccamento verso la sua terra e verso la sua antica tradizione, è il Febbraio del 2009 quando i 5 entrano in studio per registrare il loro primo Promo di 2 pezzi. Dietro il mixer degli Alien Recording Studio di Lanciano siede Angelo Raffaele de Innocentis e finalmente prendono una forma professionale "Respect 2015" (vecchissimo pezzo della band, l'unico con il testo non scritto da Io/Notan e rielaborato con il suffisso di 2015, vista la nuova veste e il nuovo arrangiamento) e "Fire Embrace", vero primo e proprio pezzo scritto da tutta la band. La grafica è interamente curata da Io/Notan cosi come il Myspace, le foto professionali invece vengono effettuate da Olivier Jules. Nei mesi sucessivi a Febbraio la band è in un momenti di stallo, le vecchie produzione fatte non soddisfano a pieno le esigenze di tutti e si decide di prendere una nuova strada, abbandonare e ricominciare tutto da zero, è Maggio. Maggio è anche il fatidico mese in cui Snatch "Giuseppe Costantini" abbandona la band per motivi personali ed è un brutto colpo per gli altri quattro, essendo co-fondatore insieme a Matthias e stabile sin dal 2006. Rimboccate le maniche, i Malanoctem si rimettono al lavoro e iniziano il nuovo corso della band. Abbandonato definitivamente l'inglese, Io/Notan inizia a scrivere i testi completamente in Italiano, ispirandosi all'eleganza e alla ricercatezza di altre band (Spite Extreme Wing su tutti ma anche Janvs & Frangar) e comincia a concepire insieme agli altri membri le fondamenta per quello che dev'essere il loro primo full-lenght, un concept album storico basato sul terribile attacco a Malanoctem nel XII Secolo. Nel mese di Giugno entra nella band Leve come secondo chitarrista al posto di Snatch, poliedrico musicista già in forza nei Notoria.

Ultimi articoli su Malanoctem