Marco D'anna & il piccolo giardino delle stagioni. Il tempo non logora l'arte della meraviglia.

Marco D’Anna è nato nel 1983 Napoli. Si diploma in musica moderna alla scuola Musicisti Associati e studia chitarra e armonia col maestro A.Onorato. Dopo la laurea in sociologia e i master come life coach (s.e.a.f.o, scuola europea di alta formazione) e counselor (istituto di psicoterapia realzionale) decide di dedicarsi completamente alla composizione e alla scrittura. Pubblica un libro di poesie nel 2009 , “Il gioco dei Silenzi” e alcuni suoi versi sono pubblicati in diverse antologie dall’editore Aletti dal 2009 al 2012. Frequenta un workshop per songwriter con il cantautore italiano Nino Buonocore che lo incoraggia a proseguire l’attività di composizione e scrittura. Riceve nel 2013 il premio come miglior compositore e autore dal maestro Mogol nell’ambito della rassegna “Senza Etichetta” tenutasi a Ciriè (Torino) e nello stesso anno vince il Premio Bruno Lauzi a Capri insieme alla band in cui è chitarrista e autore/compositore “Titoli Di Coda band”. Sempre nel 2013 partecipa come autore finalista al premio nazionale Bianca D’Aponte con la canzone “L’Afelicità” inserita nella compilation pubblicata al termine della ressegna “Sono un’Isola vol.9”. Nel 2014 esce il primo disco de Titoli Di Coda band, “Stanza223”, in cui firma le musiche e i testi e la sceneggiatura del videoclip ufficiale “Se poi cadesse il mondo”. Nel 2014, con TitoliDiCoda, cura l’arrangiamento e pubblica la cover de “L’Immenso” (Negramaro,2007) in una versione molto apprezzata dalla band di Lecce e dallo stesso autore (G.Sangiorgi) definita “jazz’n’roll”. È autore vincitore con TitoliDiCodaBand del premio della critica nel contest radiofonico “FattiAscoltaredallaRadio”indetto e promosso da radio CRC. È tra gli undici autori selezionati da Caludio Buja(Universal) e Franco Zanetti (Rockol) nella factory per autori di Universal Music Italia al talent “Genova per Voi”. È autore dei testi e sceneggiatore del cortometraggio “Lo stato delle Cose” , produzione indipendente in gara al festival del cinema di Napoli e al festival di Venezia dedicato ai film sui cambiamenti climatici, ed ha collaborato alla sceneggiatura e i testi dello spot “Beni invisibili”, spot pubblicitario per la valorizzazione dei beni culturali del territorio campano. È autore delle musiche di “Life in” , regia R. Marchese, uscita 2014, breve film ambientalista interamente girato sott’acqua. Autore della musica originale di “Parole” cortometraggio/animazione3d, regia di R.Marchese. Nel 2015 porta le canzoni della tradizione partenopea classica in giro per l’Olanda in un tour del paese con la band italo-olandese Tamorra per cui è chitarrista e cantante.
Sempre nel 2015 termina le registrazioni del primo progetto da solista , “La Mela”. Partecipa con la title track come finalista in diversi festival nazionali. È finalista al premio Lunezia grazie al quale “La mela” viene inserito in programmazione a rotazione su Rai Isoradio nel mese di luglio. È finalista del premio Calise organizzato da Giovanni Block in cui si aggiudica il premio speciale Be Quiet e prende infine parte alle fasi finali del premio De Andrè. Vince l’edizione 2015 del Festival di Biella con il brano “Pinguini” scritto per Titoli di coda band. Sempre nel 2015 è tra i 12 finalisti del Festival Di Ghedi (Sony - WarnerChappell) con il brano “La Mela”.