Musicista, produttore e songwriter Giangrande è considerato da molti uno dei più originali ed interessanti artisti della scena musicale italiana, capace di muoversi con grazia ed eleganza all'interno di diversi linguaggi e stili musicali, dalla canzone d'autore all'elettronica fino alla colonna sonora.
Inizia la sua carriera musicale nel '98 dando vita al progetto Punch & Judy, come chitarrista, cantane ed autore, col quale realizza nel 2004 l'album "La cura migliore" pubblicato dall'etichetta indipendente In Out, il disco viene accolto dalla critica con entusiasmo e la band parteciperà a molti dei più importanti festival musicali italiani di quel periodo: Heineken J.F., Beach boom, Arezzo wave, Goa Boa, Sonica.
Nello stesso anno è produttore ed autore al fianco di Lara Martelli del disco Orchidea Porpora, della stessa cantante, realizzato nei prestigiosi Southern tracks studios di Atlanta (USA), l'album riscuoterà un ottimo successo tra pubblico e critica, e nell'autunno Giangrande viene invitato a partecipare, insieme alla cantante al tributo a Jeff Buckley, esibendosi nello storico teatro della città di Chicago il "Metro". E' autore di colonne sonore per il teatro e negli ultimi anni ha collaborato con alcuni dei più importanti attori e registi del panorama italiano tra gli altri Paola Cortellesi, Angelo Orlando, Francesca Reggiani, Massimiliano Bruno, Claudio Santamaria. Nel 2006 realizza nsieme al Collettivo Angelo Mai l'album intitolato " Vol.1", considerato dalla critica come un piccolo gioiello della musica d'autore italiana, all'interno del quale Giangrande partecipa scrivendo due brani La Neve, e Il mestiere di Vivere insieme ad una toccante versione di Accross the Universe dei Beatles.
Nel 2007 partecipa al disco live tributo a Nick Drake, uscito per la rivista Il Mucchio, nel quale reinterpreta il brano del celebre songwriter inglese "At the Chime of a city clock" al fianco di artisti come Bugo, Marco Parente, Niccolo' Fabi, Giulio Casale...
Nello stesso anno da vita al progetto di musica elettronica "Dortmund progect" col quale realizza una manciata di brani, uno dei quali (Tales from the sea) è presente all'interno della compilation "Tales from my pocket" per la prestigiosa etichetta belga Pocket Heaven al fianco di artisti come John Parish, Giovanni Ferrario, Athebustop...
E' del 2008 il suo esordio discografico come solista con l'album Apnea ( Fiorirari/Egea) che gli darà una più ampia visibilità nell'ambito del circuito discografico Italiano indicandolo come uno tra i migliori dischi d'esordio di quell'anno.
E' di nuovo al lavoro come produttore artistico nel 2009 nella realizzazione dell'album Modulated della cantante franco-senegalese Awa Ly. Il disco che vede la partecipazione, tra gli altri, di musicisti di fama internazionale come Greg Cohen,( già bassista di Tom Waits e Fiona Apple), Tuck & Patty e Fabrizio Bosso, sarà il motivo per dar vita ad un duo acustico insieme alla cantante in un tour che li vedrà toccare le principali città europee.
Nel 2010 partecipa allo spettacolo teatrale "Altrove" del regista Gianmaria Tosatti, spettacolo del quale è autore insieme al Collettivo Angelo Mai della colonna sonora.
Dopo un breve periodo di pausa nell'estate del 2011 si mette a lavoro insieme al suo amico e produttore Paolo Benvegnù per la realizzazione del nuovo album dal titolo "Directions". Il progetto, per il quale Giangrande vuole accanto gli amici musicisti con i quali è cresciuto, ( Andrea Biagioli pianoforte, Augusto Zanonzini batteria, Francesco Leporatti alla realizzazione dei suoni) si presenta come una sorta di "road album" dove le canzoni, che spaziano dall'italiano all'inglese al francese con episodi strumentali dall' ampio respiro filmico, sembrano essere nate e concepite pensando alle tappe di un viaggio in cui l'importante è fissare bene le vele, contare le stelle e fare rotta verso "direzioni" dove è possibile udire ancora il canto delle sirene.