Matrioska - Testo Lyrics La mia città

Testo della canzone

Mi alzo ogni giorno con la radio che va
la sveglia suona o forse è una sirena
vengo distratto dal rumore del tram
che avrei dovuto prendere già
Ma fuori c'è il sole credo che tarderò
a quel lavoro ci penserò domani
e non mi ricordo più gli impegni che ho
mi sembra tutto magico
che strano mi sento vivo più che mai

ma chi l'ha detto che me ne voglio
andare
no grazie resto qui, tu non ti preoccupare
le stade piene e poi tutti quei rumori
mi piace vivere tra macchine e motori

esco di casa e sento il suolo tremar
un terremoto? è la metrò che passa
mille e più storie corro per la città
chissà se mai ci si rincontrerà
una ragazza dice cosa fai qua
guarda che strano
scusa ci conosciamo?
non ti ricordi a scuola sei anni fa
certo che sei cambiata lo sai
dimmi dove vai ceh io vengo da te

ma chi l'ha detto che me ne voglio
andare
no grazie resto qui, tu non ti preoccupare
le stade piene e poi tutti quei rumori
mi piace vivere tra macchine e motori

La luce del giorno tra un attimo
se ne andrà
sembra che tutto debba finire
ma l'imprevedibile della città
e che non vuoi mai dormire
e quindi vestiti che usciamo, dove
lo vediamo poi
basta saper guardare c'è tutto, ma dai
se devi andare vai,
probabilmente io non me ne andrò mai
se devi andare vai, probabilmente io non me
ne andrò mai.

ma chi l'ah detto che me ne voglio
andare
no grazie resto qui, tu non ti preoccupare
le stade piene e poi tutti quei rumori
mi piace vivere tra macchine e motori

Album che contiene La mia città

album Stralunatica - MatrioskaStralunatica
2001 - Ska, Punk, Alternativo Sonora, Venus Dischi
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati