Mi chiamo Matteo Iammarrone, sono nato nell'Agosto del 1995 a Torremaggiore, piccola realtà di provincia del Centro-Sud.
Sin da piccolo nasce in me la passione per la poesia, in seguito per la chitarra e infine per lo scrivere canzoni come strumento di narrazione del mondo che mi circonda.
Adesso ciò che mi accingo a fare è un mestiere antico, ma rivisitato in chiave moderna: il cantautore. Sottraggo pezzi di vissuto alla decadenza contemporanea (quella che alcuni chiamano "anni zero"), spaccati di un mondo di ingiustizie e contraddizioni tra lotte e (poli)amori e li musico, li decanto.

Una forte passione per i cantautori classici e moderni(Da Fabrizio De Andrè a Vasco Brondi(Le luci della centrale elettrica), da Giorgio Gaber a Jovanotti, da Claudio Lolli ad Alessio Lega), un interesse da poco maturato per l'indie rock, un forte affronto allo stato di cose presenti, alla politica e alla morale comune, un incessante desiderio di viaggio ed evasione, un non molto velato slancio di ribellione e di denuncia verso i poteri, un romanzo lirico-autobiografico naturale continuazione poetica di molti miei brani pubblicato lo scorso anno:

http://www.matteoiammarrone.com/feltrinelli