Massimo Curzio – Un fronte nuovo Biografia/intervista/stage/television/marinadascea Massimo Curzio sembra aver trovato finalmente un suo equilibrio, tra istinto e ragione, tra passato e presente, tra ermetismo surreale e realtà quotidiana. Infatti nel suo nuovo cd "Volo continuo" prodotto da Ciro Barbato, smile records con la collaborazione della Federazione Italiana Musicisti troviamo dei ritmi irresistibili uniti a sonorità attuali, per allontanandosi da quell'immagine intimista e sofferente di cantautore; si presenta sul palco a volte con un corpo di ballo e usando una gestualità teatrale/recitativa, dopo che si è fatto la domanda ! " ballerino o prigioniero" ha preso una decisione. Cerca di giocare con le melodie e renderle non prevedibili come sempre, gioca con le parole che a volte diventano quasi un rap, parole ermetiche o sposate a concetti semplici usciti di getto, che esprimono comunque sempre una riflessione sulla vita, i testi rimarranno sempre profondi e indice di punta di forza, parlano di nuovi messaggi, cosa che ha condiviso con tutta una generazione precedente di cantautori/profeti. Ma oggi il rapporto con la nuova musica, quella tecnologica è più sereno. Pubblica nel 2005 " Specchio Chiaro", il libro di poesie "(S)punti di fuga" ,"Volo Continuo" nel 2008, i suoi brani saranno scelti e inseriti in molte compilation. Nelle ultime composizioni Massimo si è lasciato trasportare solo dalla sua musicalità per dare fiducia all'istinto creativo, senza mai però perdere di vista la ricerca o almeno il tentativo di soluzioni particolari. Infondo dice: "Voglio portare a termine il discorso che avevo iniziato…con la canzone impegnata d'autore " Ti regalo la mia ombra" e quella è di risposta alla nuova " Un sogno ricorrente " dove si presenta con due ballerine e dei movimenti stile anni '80, per parlare di un sogno che ha fatto spesso… quello di volare". Ascoltare i suoi brani è una cura per salvaguardarne lo spirito, perchè attraverso le canzoni Massimo può portare un po'di benessere, del resto non nega di ispirarsi a grandi artisti come per es. Jhon Lennon che ha fatto cose complesse e sperimentali ma al tempo stesso di una semplicità fruibile a tutti come l'eterno brano "Imagine ". Credo che in un momento così, di grande oscurità sia importante regalare una canzone che dia un pò di sollievo, una piccola luce. Non gli è mai interessato parlare della sola realtà, ( perché la vita non è vera) come dice in un suo brano; la sua musica dà la possibilità di viaggiare anche con la fantasia come fece Salgari. Il brano intitolato " Mi sono scritto una canzone " dice: " Ciò messo dentro il buon umore, speranze e voglia di cambiare, forza di immagine passione, gioia, rabbia e quel sapore, di amaro in bocca mi và via, con slancio e dedizione scrivo, guardo fuori e viaggio di fantasia".." Non si è mai rifiutato di avere una maggiore visibilità, ma uscire dalla nicchia è sempre arduo…Massimo viene comunque ospitato ovunque, sta avendo consensi da ogni parte d'Italia e su internet vedi : www.youtube.com/Multicurzio )...mi dicono che le miei canzoni sono adatte ad ogni tipo di pubblico forse perchè sono di una generazione '70/'80/'90/ ecc. per questo posso andare bene a tutti, ma non faccio niente di calcolato, ma come diceva un grande : " il mio mestiere è di vivere la vita". Gli interessa ciò che riguarda l'abbellimento dell'anima, la comunicazione che viaggia attraverso il desiderio di bellezza interiore; e se qualcosa sta cambiando, e se la gente ha voglia di ascoltare le canzoni che contengono elementi di forti verità, provate ad acquistare "Volo Continuo" al posto di una birra, e sarà un' investimento per il vostro futuro. Vorrei avere ancora la possibilità se me la danno! e se qualcuno ha fiducia in me, di aprire un fronte nuovo. A proposito se c'è qualche regista di qualità che vuole le mie canzoni…