Salernitano, chitarrista elettrico con una forte impronta hendrixiana e influenze del suono della 4AD, Max ha anche dimostrato la sua padronanza tecnica con la chitarra acustica. La sua prima produzione è il cd “Sky And Misery”, prodotto da Paul Chain nel 1995, col gruppo rock dei “Peanuts”. Milita per qualche anno nel gruppo ska “Appesi Aun Filo” ed entra ne “Il Pozzo Di San Patrizio”, registrando l’album “Altri Tempi” - un ibrido tra folk irlandese, dub e space rock - e prendendo parte al rispettivo tour internazionale. Intanto porta avanti progetti personali autoprodotti come “Stagioni” e “Anywhere In The World”, colonna sonora di un video intitolato “Picasso, sulle impronte del mito”. Dal 2005 al 2006 collabora col gruppo di cantautorato elettronico Nicodemo a “Boulverd Du Sud” e “Il Treno Per Bologna” dedicandosi intanto all’associazione culturale “Anima Mundi” della quale è fondatore e presidente. Nella primavera del 2007 riesce a realizzare il non facile progetto musicale e umanitario di “The Right Compilation” sostenuto dalla Fao per il programma Telefood, risultato dell’incontro di musicisti provenienti da culture e formazioni stilistiche differenti come gli Scambio, la cantante israeliana Talya G. A. Solan, la cantautrice argentina Florencia Ruiz e il sitarista napoletano Guido Schiraldi. Il cd è acquistabile dal sito www.therightcompilation.com al prezzo di 10 euro, che verranno devoluti interamente a Telefood. Al momento Max Maffia sta registrando un cd con i Peanuts e sta progettando la prossima edizione di “The Right Compilation”. (profilo di Gianmaria Consiglio)