electronic glitch techno

Melke che in norvegese significa latte, è anche il nome che Vincenzo Lanza, classe 86, ha deciso di darsi come musicista elettronico.

Melke nasce e cresce in Campania, e fin da adolescente bazzica come bassista in vari gruppi, passando dallo ska al rock melodico, fino ad arrivare al post rock suonato nel gruppo Impoe dal 2004 al 2006. Nel 2007 insieme a Maegen und Craft, da vita al progetto di musica idm dal nome Natege.

La sua svolta elettronica, nata un pò per caso, trae ispirazione dai primi ascolti degli artisti che rappresentano il glitch pop tedesco. Il nome Melke è infatti scelto in onore dell'omonimo CD di Kim Hiorthoy del 2001, che, ascoltato e riascoltato, è stato il primo colpo di fulmine “elettronico”.

Nel Settembre 2007 viene contattato dalla Minuta Records di Lugano, interessata al suo progetto solista e nello stesso anno, per quest'ultima, con il nome di Melke esce l'EP “Evil house, evil days”.

Nel 2008 remixa il brano "Baronessa" di Amalia Gré, pubblicato per la EMI nel CD Minuta vs Amalia Gré.

Nel 2009, esce il Cd "Polar Time" interamente autoprodotto.

Tra il 2009 ed il 2010, inizia una collaborazione ancora attiva, con il musicista/amico Fucksia: Melke vs Fucksia, una "battaglia"di selezioni musicali che porta il duo a suonare nei principali club campani e non solo.

Nel 2011 insieme a Lies remixa "Cuddly Cloudy Afternoon" della cantautrice Denise.

Nell'Aprile 2012 pubblica l'E.P. Circles Events con la netlabel Romana Ephedrina Netlabel.


L'attività di Melke è una continua trasformazione: è ispirato dalla ricerca costante dei suoni e sperimentazioni di melodie.