Inizialmente un power duo grezzo e melodico, scordato e rumoroso, i Menghua nascono dall'incontro musicale tra il chitarrista/cantante Teo e il batterista Jack. Dopo una breve parentesi giovanile alla fine degli anni 90, il gruppo riparte nel 2005 con l'entusiasmo di ritrovarsi dopo cinque anni di silenzio. Verso la fine del 2006 il progetto subisce un'improvvisa scossa con l'ingresso nel gruppo di Nicola, "Perez", folgorato dallo stile acerbo e noise del duo. Perez contribuirà prima come chitarra e poi anche come voce negli anni a venire. I Menghua divengono così un'entità più strutturata, i pezzi acquistano profondità e l'interplay di due chitarre e due voci sviluppa il suono verso nuove direzioni. Il debutto live avviene il giorno di Natale del 2007 allo storico Lynx club di Via Quadri: una giornata campale con la quale il gruppo chiude la prima parte di storia compositiva per avviarsi verso una scrittura più matura e potente. Nel 2009 debutta una nuova scaletta: il gruppo è più determinato, consapevole e il primo show all'Arcadia Live di Schio è un successo. Al termine dell'estate e della stagione live, i Menghua entrano in studio per lavorare su un EP che vedrà la luce nei prossimi giorni, The Menghua EP (registrato all'haunted studio di Vicenza), appunto, dove in sei pezzi viene distillato tutto il sound che la band ha affinato negli anni e che rifiuta ogni riferimento musicale preciso, per seguire l'istinto dei tre musicisti. Il trio ha da sempre scritto i propri pezzi cercando di concretizzare le idee in maniera dinamica, evitando di ispirarsi a band e correnti musicali più o meno in voga. Lo stile trasversale, istintivo, della band, con le due voci e il suono peculiare derivato dal singolare intreccio delle due chitarre sono il risultato di un processo creativo senza compromessi: potente, noise e con improvvise aperture melodiche. A chi li ascolta, il compito di tracciare paragoni e somiglianze. Ai Menghua, il compito di dare tutto una volta saliti sul palco.