Mojaf and the Working Class Heroes sono un gruppo rock a tutto tondo, aperto a tutte le esperienze e innovazioni che hanno permesso al rock di

Mojaf , al secolo Fabio Marzorati,viene da anni di militanza nella band romana Area 51, con una lunga esperienza live nei locali e i centri sociali dentro e fuori Roma, ed ha al suo attivo anche un'attività di autore di testi per artisti nel mondo del rock e della pop music.

Da circa un anno si è associato al progetto della rock band romana Working Class Heroes; la prima uscita di rilievo del gruppo è stata la partecipazione alla compilation "Articolo 1, 13 canzoni sul lavoro nell'Italia senza lavoro", uscita con l'Unità on line a cura di Daniela Amenta, con la partecipazione di artisti affermati come Patrizio Fariselli, Velvet, Radici nel cemento, Fratelli di Soledad etc.
Mojaf and the Working Class Heroes sono presenti con il brano "Siamo in tanti".
Il discreto successo del brano ha portato il gruppo a suonare alla rassegna "Roma incontra il mondo" a Villa Ada, con i Radici nel Cemento, e a dividere il palco con gruppi simbolo, come i Gang.
Mojaf and The Working Class Heroes portano nelle loro canzoni, tutte in italiano, l'esperienza dei girovaghi zaino in spalla sulle strade dell'Europa, dei viaggi in America Latina, dell'incontro con le lotte popolari e la resistenza campesina nel Chiapas zapatista. Ma soprattutto, e lo si comprende già dal nome della band, un grande amore per il rock, dai classici della grande stagione dei 70 (Who, Rolling Stones...) che riecheggiano nei riff dal suono tagliente della chitarra di Vincenzo Bellantoni, fino al punk, al combat dei Clash, l'America di Jeff Buckley e dei Rage against the Machine, la musica sociale dei Gang e dei Modena City Ramblers.
Mojaf and the Working Class Heroes sono quindi un gruppo rock a tutto tondo, aperto a tutte le esperienze e innovazioni che hanno permesso al rock di rimanere negli anni il grande genere popolare della periferia metropolitana dell'Occidente.