Duo Jazz di Roma

NapoleoniRosati è un progetto cantautorale jazz con testi in italiano, nato nel 2012 dalla collaborazione tra il pianista Francesco Napoleoni e la cantante Paola Rosati. La loro musica ha una forte impronta jazz e latin, con molte influenze anche di autori italiani quali Lelio Luttazzi, Paolo Conte, Fabio Concato, Sergio Caputo. I brani nascono direttamente dall’esperienza di vita dei due ed esprimono un ampio spettro di emozioni; le composizioni sono confezionate per essere il giusto commento ai testi, che vanno dallo spensierato e giocoso fino all’introspettivo e malinconico. Inizialmente si propongono in duo suonando perlopiù in eventi privati un repertorio di standard jazz, intanto che le loro idee musicali prendono forma, concretizzandosi nella realizzazione del mini-album “Aeroplanino di carta”, interamente autoprodotto, pubblicato sul web nel 2014; a questo punto il duo è diventato un quartetto, includendo basso e batteria.

Biografia Francesco Napoleoni
La sua inesauribile passione per la musica lo ha spinto ad ascoltare, suonare e comporre fin dalla sua prima infanzia, e negli anni si è concentrato sul pianoforte e sul basso elettrico. Si è esibito dal vivo suonando diversi generi musicali in diverse formazioni, sia da pianista che da bassista, insegna musica e compone. Nel frattempo continua i suoi studi di pianoforte classico al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma. Attualmente è impegnato nel progetto NapoleoniRosati, con la cantante Paola Rosati: insieme hanno realizzato nel 2014 il loro mini-album di esordio “Aeroplanino di carta”.

Biografia Paola Rosati
Il suo interesse per la musica inizia a 7 anni quando scopre la musica degli Earth Wind & Fire. A 10 anni si unisce al coro della chiesa locale. Per molti anni ha ascoltato generi musicali diversi, il blues ed il soul diventano i suoi preferiti. Si trasferisce a Londra nel 1986 con l'intenzione di diventare una cantante e si unirà ad alcune band locali. Nello stesso anno in un negozio di dischi scopre per la prima volta la voce di Ella Fitzgerald e la musica jazz, che diventerà per lei molto importante. Autodidatta all'inizio, negli anni ha seguito diverse lezioni private di musica e canto e seminari di tecnica vocale gospel e jazz. Per molti anni ha dovuto mettere da parte la musica per dedicarsi ad altri lavori. Nel 2008 ricomincia a cantare e ad esibirsi dal vivo, e presto si rende conto che per lei la musica non è più soltanto un hobby. È la cantante e autrice dei testi del mini album di debutto “Aeroplanino di carta”.