Inflessioni bresciane e Rock and Roll! Pota osti!

Nonostante i Needlework vedano i natali nel 2001, è solo nel 2003 che registrano il primo disco (Needlework), costituito da 10 pezzi di matrice punk rock, tutti scritti di proprio pugno.

Nella seconda metà del 2004, i Needlework si piazzano al secondo posto in un concorso, e, con il premio della manifestazione, registrano Welldressed, disco che abbandona l'approccio punk-rock in favore di un più “modaiolo” rockabilly.

Ed è proprio grazie a uno dei pezzi di questo disco (Under a Circle Called Moon) che, nel 2008, i Needlework vincono un concorso musicale organizzato dalla Hammer Music.

Sempre attivi sul fronte live nei locali della provincia e zone limitrofe, nel 2008 portano a termine la registrazione del loro terzo lavoro: Needle Democracy.
Questa volta l'obiettivo è la ricerca di un sound diretto e senza fronzoli, atto a creare un prodotto ruffiano quanto basta per conquistare la parte “distratta” del pubblico dei pub.

Nel 2009 collaborano con Radio Alfa, per la quale confezionano un jingle.

Nel 2011 avviene un importante cambio di formazione, ovvero l'ingresso di un nuovo cantante, che non solo porta nuove idee, ma contribuisce alla definizione di un sound più coeso.

Si decide così di premere l'acceleratore sull'orecchiabilità, ed è nel 2012 che viene inciso NeedleWOK, sempre autoprodotto, e costituito da 11 pezzi originali.