Il 2015 è stato un ottimo anno per i concerti in Italia

foto via Shiningproduction.com - Carroponte milano concertifoto via Shiningproduction.com - Carroponte milano concerti
22/07/2016 12:26 di

Solo poche settimane fa vi avevamo presentato l’elenco dei 10 concerti che hanno venduto più biglietti nei primi sei mesi del 2016. Ora la SIAE ha pubblicato il suo consueto "Annuario dello spettacolo", ovvero lo studio che riassume l’andamento dell’anno appena concluso.

Il 2015 è stato ottimo per quel che riguarda il settore dello spettacolo italiano. Pare proprio che la crisi si stia allentando, introducendo dei piccoli, ma importanti, segnali di ripresa: è aumentato il numero degli spettacoli segnando un +2,86% e registrando 4.315.515 eventi divisi tra cinema, sport, teatro e concerti. Anche il numero di ingressi è cresciuto (+4,89%) così come la "Spesa al botteghino" (+8,63%) e la "Spesa del pubblico" (+10,80%), ovvero quanto il pubblico ha pagato per i biglietti di uno spettacolo e quanto ha poi speso in bibite, alcool, cibo o altro, mentre si godeva l’evento.

Tracciando un quadro generale, il cinema è il settore dove sono stati registrati più ingressi, seguito dallo sport e dalla cosiddetta "Attività di ballo e concertino", una categoria diversa dai concerti tradizionali che la SIAE definisce come "esecuzioni musicali a carattere saltuario, sporadico o occasionale, effettuate in qualsiasi locale, al chiuso o all'aperto, in concomitanza con l'attività tipica dell'esercizio, a scopo di intrattenimento dei clienti". Al quarto posto si posiziona il teatro e, infine, i concerti veri e propri.



Concentrandosi prettamente nell’ambito musicale, la SIAE dichiara che nel 2015 si sono tenuti 39.566 concerti divisi tra musica leggera (18.975), classici (15.625) e jazz (4.966), generando un volume di affari complessivo di quasi 424 milioni di euro. Siamo di fronte a dati molto positivi sia per quanto riguarda il numero di eventi proposti (+7,73%) sia in termini di incassi, segnando un +24,5% di "Spesa al botteghino" pari a 67,7 milioni di euro. Le regioni più attive su questo fronte si confermano la Lombardia con 7.394 eventi, il Lazio (4.287) e l'Emilia Romagna (3.85).

Così commenta questi risultati Claudio Ferrante di Artist First: “Dai dati comunicati da SIAE è evidente come sia sempre più in aumento la voglia di partecipare a grandi e piccoli eventi musicali. L’Italia, quindi, continua ad essere un paese in cui la musica e gli artisti sono sempre più spesso al centro dello svago e del divertimento; gli italiani infatti continuano a supportare la musica e l’industria creativa e culturale italiana, ricca di innovazione e dal valore qualitativo di intrattenimento sempre più elevato. Sono sicuro che per gli anni a venire la musica continuerà ad essere la regina di tutti i segmenti dell’intrattenimento nel nostro paese”.

(via)

Tag: statistica mercato discografico music business

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Wilma De Angelis canta "Non è per sempre" degli Afterhours