ACTA, l'Unione Europea ferma tutto

23/02/2012

Dopo SOPA e PIPA era diventato il nemico numero uno del file sharing. Stiamo parlando dell'ACTA, un trattato internazionale che ha come obiettivo la lotta alla contraffazione e alla violazione del diritto d'autore.

Come per ogni norma elaborata in questo settore, sono iniziate numerose proteste che vedono nella nuova regola il rischio di censura e di soffocamento del web.

Dopo varie manifestazioni, che avevano portato al parere negativo di alcuni singoli stati come Polonia, Germania, Bulgaria e Olanda, ora è l'Unione Europea a frenare sull'ACTA.

La stessa UE ha sottoscritto il trattato nei mesi scorsi, ma prima che la firma diventi effettiva è necessario che venga approvata dal Parlamento europeo. E qui arriva lo stop, visto che, prima di dare la parola al Parlamento, l'UE ha chiesto alla Corte di Giustizia Europea di valutare se l'ACTA possa in qualche modo limitare la libertà d'espressione e di informazione o violare la privacy.

Resta quindi da attendere il pronunciamento della Corte di Giustizia Europea, ma appare evidente come questo stop rappresenti di per sé un netto cambiamento di direzione.

Tag: pirateria sopa

Commenti (1)

  • axer111 25/02/2012 ore 06:44 @axer111

    Speriamo bene. . .

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Un pomeriggio al lavoro con Gel: Angeli e Demoni al centro per le dipendenze patologiche