Gli Afterhours tornano indie. Come i Pooh.

21/06/2011

Dopo l'esperienza major de "I milanesi ammazzano il sabato" - pubblicato con Universal, gli Afterhours tornano alla discografia indipendente. E lo fanno in compagnia di altri alfieri del settore: Renato Zero, Pooh e Nomadi. Manuel Agnelli e soci hanno infatti firmato con Artist First un contratto, che delegherà alla società la distribuzione del nuovo lavoro.

La dichiarazione di Agnelli è un po' altisonante: "Abbiamo trovato in Artist First tutto quello che sostanzialmente manca alla grande discografia in questo momento storico: L'Anima". La scelta sarebbe avvenuta nella convinzione di poter operare con maggiore agilità, evitando le lentezze e le complicazioni di una major, che dispone di più risorse ma fatica a stare al passo con i tempi e ad assecondare progetti poco ortodossi.

Si pensi al caso della compilation collettiva "Il paese è reale", realizzata dopo la partecipazione degli Afterhours a Sanremo. Per realizzarla, gli After dovettero lasciare Universal perché l'etichetta non era d'accordo sull'operazione.

Al momento non si conosce ancora nulla su tempi e contenuti del nuovo album.

Per info:
www.afterhours.it/it/

Pagine: Afterhours Nomadi Pooh Renato Zero

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto