All'esordio i Numero 6

18/02/2003

È ormai quasi ultimato il lavoro di produzione per il primo album dei Numero 6, la nuova creatura musicale di Michele Bitossi, già cantante-chitarrista dei Laghisecchi, autori di due album molto apprezzati dalla critica ("Radical kitsch", Columbia/Sony, 1998 e "Trés bien: piano b", Baracca & Burattini/Edel, 2001).

In questa avventura Bitossi è accompagnato da una band di 3 elementi, tutti cari amici e musicisti assai eclettici che hanno dato un contribuito importante al lavoro di arrangiamento dei brani. Il nome del progetto fa riferimento alla serie televisiva inglese di culto “Il prigioniero”.

“Per la moda questo e altro” (questo l’autoironico titolo del disco) si avvale della produzione artistica di Giulio Favero (One dimensional man) e dello stesso Bitossi ed è stato registrato nel corso dell’estate 2002 in una villa dell’entroterra ligure con le apparecchiature di uno studio mobile. I mixaggi, ad opera sempre di Favero, sono stati eseguiti presso il Green Studio di La spezia tra gennaio e febbraio 2003. Attualmente la band è in procinto di iniziare il lavoro di masterizzazione.

Il disco sarà nei negozi a maggio 2003 edito dalla Alternative produzioni/Venus, una delle più attive label indipendenti italiane (Ulan Bator, Tre allegri ragazzi morti, Mgz ecc.) e sarà commercializzato ad un prezzo molto “interessante”. Il primo singolo (la versione rivista in chiave “garage-rock” di “Un’estate al mare” di Franco Battiato) uscirà invece già ad aprile accompagnato da un surreale clip in animazione digitale.

I quattordici pezzi che saranno contenuti nel disco (tredici dei quali scritti da Michele Bitossi) spaziano dal power pop/ rock n’roll di “Questa casa” e di “Non mi nascondo piu’, all’indie-rock che rimanda a Pixies, Pavement e Wilco di “I’m the line”, “Talking” e “Io non sono”. Non mancheranno inoltre episodi più rilassati, ballate dal sapore elettroacustico come “La stabilità”, “Ogni curva” e “Sono un grande”.

La band in inzierà l’attività live a partire dall’estate.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati