Amor Fou vs. Eclettica Festival, lo scontro continua

Gli Amor Fou rispondono all'attacco portato dallo staff di Eclettica FestivalGli Amor Fou rispondono all'attacco portato dallo staff di Eclettica Festival
19/07/2012

Terza puntata dello scambio di accuse tra Amor Fou ed Eclettica Festival. Riassunto delle puntate precedenti: gli Amor Fou pubblicano una nota in cui accusano l'organizzazione di Eclettica di averli costretti a spegnere l'impianto a concerto in corso, facendo ricorso anche a minacce. Eclettica ribatte che i fatti si sono svolti in tutt'altro modo, mettendo in dubbio l'intera ricostruzione dei fatti degli Amor Fou. Ecco la controreplica del gruppo, che decide di mettere la parola fine alla discussione.

 

«Non avremmo avuto nessuna voglia di scatenare una discussione su quel che è successo ieri al concerto di Roma, abbiamo pubblicato la nostra versione dei fatti al solo scopo di scusarci con il pubblico che a fine concerto è venuto a lamentarsi con noi e che anche su facebook ha chiesto spiegazioni dell'accaduto con numerosi commenti negativi.

Ci sentiamo costretti a controreplicare al comunicato dell'Eclettica Festival, stupiti che sia tutto improntato ad attaccarci con argomentazioni al limite della ragionevolezza, per difendere la nostra posizione, che comunuqe non è "contro" Eclettica e non lo era neanche nelle nostre parole precedenti, che non a caso sottolineavano la stima e l'amicizia che anche oggi (dopo ieri) ci lega ai ragazzi de Le Mura.

Brevemente vogliamo replicare a due passaggi della lettera di Eclettica, che riteniamo falsi e offensivi:

1- La questione del volume.

"A me non me ne frega un cazzo degli Amor Fou, tanto non li rifaremo mai più. Abbassa questo cazzo di volume"

Dopo queste parole il personaggio che fino a quel momento non si era ancora palesato a nessuno di noi, ha messo mano sul mixer e abbassato il fader fino a -30 db. In pratica l'impianto era spento o poco più.
Per noi questa è aggressione verbale.

Noi non abbiamo mai preteso di suonare con volume alto, anzi, abbiamo sempre accettato tutte le limitazioni, imposte per legge tra l'altro, dei luoghi dove abbiamo suonato. Ultimamente è raro suonare a più di 96/98 db. E se pur a malincuore, ci va bene cosi.

Dire che siamo stati noi a voler tenere alto il volume a tutti i costi è una falsità.
Gli orari dell'esibizione (in ritardo) sono dipesi dal festival, non certo da noi.

2- La notorietà e il numero di persone.

Non siamo particolarmente noti, non andiamo in giro con pretese assurde, siamo sempre disponibili ad affrontare qualsiasi situazione si presenti, anche la più problematica. L'abbiamo sempre fatto, testimoni tutti gli organizzatori dei nostri concerti degli ultimi anni.
Che ieri ci fossero 200 persone l'abbiamo detto noi per primi, senza alcuna vergogna. Sottolinearlo con tono derisorio ci sembra davvero stupido e molto poco delicato.

Il nostro manager, tra l'altro, ci tiene a sottolineare che la promozione a mezzo stampa è stata interamente gestita da lui e dal suo staff, che l'evento di Facebook è stato creato e promosso da lui, anche a pagamento attraverso le adv (a sue spese ovviamente).
Inoltre ieri a Roma erano in programma diversi concerti molto belli che sicuramente erano in concorrenza con il nostro.
Però a noi va benissimo cosi. Non ce ne lamentiamo affatto. Felicissimi di quelle 200 persone che ringraziamo di aver scelto di venire a vedere noi piuttosto che band storiche come Giardini di Mirò e Massimo Volume.

Chiudiamo dicendo che queste saranno le ultime parole sull'argomento da parte nostra. e che non vediamo l'ora di tornare a suonare a Roma.

Amor Fou»

Tag: concerti polemica

Commenti (22)

Carica commenti più vecchi
  • Mandarina 21/07/2012 ore 05:40 @MaricaMandarinaEsposito

    Fare 200 persone con i Massimo Volume che ti suonano accanto.. alzo le mani. Bravi gli Amour Fou, che si vergognassero invece gli organizzatori di concerti che pensano solo agli introiti sfruttando gli artisti. Più valore alla musica, meno al danaro, questa è la speranza.

  • Mandarina 21/07/2012 ore 05:40 @MaricaMandarinaEsposito

    Fare 200 persone con i Massimo Volume che ti suonano accanto.. alzo le mani. Bravi gli Amour Fou, che si vergognassero invece gli organizzatori di concerti che pensano solo agli introiti sfruttando gli artisti. Più valore alla musica, meno al danaro, questa è la speranza.

  • Mandarina 21/07/2012 ore 05:40 @MaricaMandarinaEsposito

    Fare 200 persone con i Massimo Volume che ti suonano accanto.. alzo le mani. Bravi gli Amour Fou, che si vergognassero invece gli organizzatori di concerti che pensano solo agli introiti sfruttando gli artisti. Più valore alla musica, meno al danaro, questa è la speranza.

  • JackLemon 21/07/2012 ore 11:27 @JackLemon

    Geniaccio!
    Grande Feed

  • seymour 23/07/2012 ore 09:39 @seymour

    MI OFFRO PER ANDARE IN SICILIA A METTERE FINE ALLA SUA AGONIA

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati