Anche Mozart Copiava: al MEI 2004 il nuovo libro di Michele Bovi

25/10/2004

Domenica 28 novembre a Faenza
MEI 2004 - VIII edizione del Meeting delle Etichette Indipendenti-
presentazione del libro

ANCHE MOZART COPIAVA

Cover, somiglianze, plagi, cloni

di Michele Bovi

con la PREFAZIONE CRITICA di Aldo Grasso

la RIDUZIONE COMICA di Gene Gnocchi

e il MANIFESTO DEL PLAGENIO di Pasquale Panella

Auditorium Edizioni

La storia della musica leggera italiana narrata attraverso un’ottica speciale ed originale – quella delle somiglianze fra brani - da direttori d’orchestra, compositori, autori, cantanti e giuristi.

Ennio Morricone: "La musica orecchiabile, proprio perché tale, assomiglia a qualche cosa già scritta, già proposta alla gente. Se non fosse stata udita non avrebbe successo. Se un autore vuole davvero creare qualcosa di originale deve attingere a parametri inadatti alla musica leggera il cui prodotto e' una canzonetta, a volte dilettantesca, a volte infantile, sempre destinata ad un successo stagionale. La mia posizione morale e musicale e' che chi ha coscienza di questa professione, pertanto della orecchiabilità forzata di queste canzoni che hanno vita breve, dovrebbe astenersi dal fare cause e controcause per plagi indimostrabili e disturbare i giudici per queste cose".

Il criterio strutturale del libro è riassunto nell’asserto di Morricone: una straordinaria rassegna di somiglianze fra brani del passato e del presente illustrata oggettivamente, alla ricerca di una soluzione che consenta agli autori di muoversi più agevolmente su un terreno da molti anni minato dall'esaurimento delle combinazioni melodiche, armoniche e ritmiche.

Con gli interventi dei direttori d’orchestra Stelvio Cipriani, Girolamo De Simone, Mariano Detto, Giorgio Gaslini, Ennio Morricone, Nicola Piovani, Vince Tempera;
- degli autori Sergio Bardotti, Miki Del Prete , Paolo Dossena, Franco Migliacci, Mogol, Dino Verde;
- di oltre 50 artisti e compositori: da Enrico Ruggeri a Gino Paoli, da Sergio Endrigo a Bruno Lauzi, da Ricky Gianco a Gene Pitney;
- dei giuristi Giorgio Assumma e Paolo Auteri.

L’AUTORE

MICHELE BOVI è il primo giornalista italiano ad aver affrontato le tematiche del diritto d’autore e del plagio musicale attraverso una considerevole serie di dossier televisivi del Tg2, programmi d’approfondimento musicale su Raidue, saggi ed articoli apparsi in diverse pubblicazioni italiane e straniere.

Ha studiato contrabbasso e clarinetto. Ha suonato il sax tenore e il sax baritono in formazioni pop
di fine anni ’60: le Pecore Nere, i Baronetti, i Boa Boa di Pierfranco Colonna e il gruppo di Maria Luigia del Clan Celentano.

Attualmente è capostruttura per l’intrattenimento di Raidue.

Tag: Meeting Etichette Indipendenti

Commenti (1)

  • annamast 22/06/2016 ore 12:02 @annamast

    A proposito di musica classica e di plagi, è uscito dopo anni dal bellissimo libro di Michele Bovi Anche Mozart copiava, un altro intitolato addirittura Mozart la caduta degli dei scritto dai musicisti Bianchini e Trombetta che avevo visto segnalato sul Fatto quotidiano. L'ho letto e contiene molte descrizioni di plagi, furti, appropriazioni a conferma di quel che scrive Bovi. Tutto in tema con il libro citato nell'articolo.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Andare ai concerti allunga la vita