Arrestato SiDCrew, la Guardia di Finanza all'attacco delle serie tv piratate

28/02/2012

La Guardia di Finanza di Lecco ha arrestato SiDCrew, nickname di uno dei principali releaser italiani di serie televisive. Chi è un releaser? È quella persona che recupera il video di una puntata di una serie o di un film e lo ottimizza per lo scaricamento. Nel caso di prodotti in lingua originale, aggiunge anche i sottotitoli.

È, in sostanza, colui il quale rende disponibili i file agli altri scaricatori. E SiDCrew è uno di quelli più attivi: per molti, quindi, il suo nome potrebbe non essere nuovo.

SiDCrew è stato arrestato nel weekend a Merate, in provincia di Lecco. Ecco come la Guardia di Finanza ha annunciato l'arresto in un comunicato stampa:
«I militari operanti, una volta fatta irruzione nell’appartamento, si sono trovati di fronte ad una complessa rete di aggiornate e sofisticate apparecchiature informatiche, utilizzate da “SiDCrew” per perpetrare il proprio disegno criminoso. [...]Il pirata informatico, dopo aver acquisito le più note serie televisive (come Dexter, Criminal Minds, White Collar e numerose altre sui canali SKY, nonché, tra le ultime, i recenti sceneggiati televisivi come “Il Generale dei Briganti” ed “Il Restauratore”, appena trasmessi dalle reti RAI) provvedeva ad assemblare e codificare le stesse per caricarle successivamente all’interno di server informartici di grandi dimensioni. I files così modificati venivano “annunciati” nei siti internet di download da dove l’utente finale, previo pagamento, provvedeva allo scarico illegale del programma televisivo d’interesse».

Al di là dei toni da Blade Runner e ad apparecchiature in apparenza fantascientifiche, ma presumibilmente normalissime, si tratta dell'ennesimo colpo messo a segno dalle autorità in questo 2012. In particolare, un colpo che potrebbe avere conseguenze immediate nel mondo del file sharing italiano: se l'arresto dei responsabili di Megaupload ha portato alla chiusura volontaria di molti servizi affini, è probabile che la Guardia di Finanza si aspetti conseguenze simili anche in Italia tra altri releaser.

Qualcosa, però, non è chiaro nel comunicato della Guardia di Finanza. Si dichiara infatti che SiDCrew riceveva un pagamento via Paypal in cambio dei file, ma non si specifica chi fosse a pagare. SiDCrew non aveva infatti messo in piedi un sistema di server come quello di Megaupload, per il quale potevano essere sottoscritti degli abbonamenti. È probabile quindi che i finanzieri si riferiscano a pagamenti effettuati dagli utenti a favore dei cyberlocker, ovvero i servizi di storage online e appare molto difficile che questi a loro volta girassero parte dei loro guadagni ai vari releaser come SiDCrew.

Tag: pirateria megavideo strano e lol

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Wilma De Angelis canta "Non è per sempre" degli Afterhours