Cosa succede a X Factor dopo lo scoppio del caso Asia Argento

Sky è divisa tra l'incudine del pubblico che chiede la testa di Asia Argento e il martello di avere già formato la squadra che prenderà parte al programma
21/08/2018 10:33

[Edit ore 17:00] Asia Argento ha diramato un comunicato in cui respinge convintamente le accuse di aver avuto rapporti sessuali con Bennett.

«Con riferimento all’articolo del New York Times del 20 agosto 2018, ripreso anche dai media nazionali ed internazionali, smentisco e contesto con la massima forza quanto ivi narrato.

 
Sono profondamente scioccata e addolorata dal dovere leggere notizie assolutamente false. Non ho mai avuto alcun rapporto sessuale con Bennett.

Quello che mi ha legato a lui per alcuni anni è stato solo un sentimento di amicizia, terminata quando, dopo la mia esposizione nella nota vicenda che riguardò Weinstein, Bennett – che versava in gravi difficoltà economiche e che aveva precedentemente assunto iniziative giudiziarie anche nei confronti dei suoi stessi genitori rivolgendo loro richieste milionarie – inopinatamente mi rivolse una esorbitante richiesta economica. Bennett sapeva che il mio compagno, Anthony Bourdain, era percepito quale uomo di grande ricchezza, e che aveva la propria reputazione da proteggere, in quanto personaggio molto amato dal pubblico.

Anthony insistette che la questione venisse gestita privatamente e ciò corrispondeva anche al desiderio di Bennett. Anthony temeva la possibile pubblicità negativa che tale persona, che considerava pericolosa, potesse portarci. Decidemmo di gestire la richiesta di aiuto di Bennett in maniera compassionevole e venirgli incontro. Anthony si impegnò personalmente ad aiutare Bennett economicamente, a condizione di non subire più intrusioni nella nostra vita.

Questo è, dunque, l’ennesimo sviluppo di una vicenda per me triste, che mi perseguita da tempo, e che a questo punto non posso che contrastare assumendo nel prossimo futuro tutte le iniziative a mia tutela nelle sedi competenti».


La notizia del giorno la conoscete: è emerso da un'inchiesta pubblicata sul New York Times che Asia Argento si sia accordata per un pagamento di 380 mila dollari con l'attore Jimmy Bennett in seguito a un rapporto sessuale intercorso tra i due nel 2013, quando Bennett aveva 17 anni: la prova è un selfie che ritrae i due a letto in una stanza d'albergo in California. Il risarcimento è frutto di un patteggiamento privato dopo una prima richiesta quantificata in 3,5 milioni di dollari da parte di Bennett, in seguito alla quale Asia Argento avrebbe assunto un avvocato antiricatto. In California l'età del consenso è segnata a 18 anni, ma come riporta Repubblica, a seguito dell'accordo non è stata sporta denuncia e attualmente Asia Argento non è indagata per aver avuto rapporti sessuali con un minore. 

Ieri sera X Factor Italia ha diffuso un comunicato leggermente ambiguo, in cui in sostanza si conferma la presenza di Asia Argento al tavolo dei giudici con un però: "se quanto scrive oggi il New York Times fosse confermato, questa vicenda sarebbe del tutto incompatibile con i principi etici e i valori di Sky e dunque - in pieno accordo con FremantleMedia - non potremmo che prenderne atto e interrompere immediatamente la collaborazione con Asia Argento."

Anche se non è arrivato nessun commento ufficiale da parte di Asia Argento o dei suoi rappresentanti, la vicenda appare conclusa con il patteggiamento a cui, ci teniamo a ribadirlo, non è seguita una denuncia da parte di Bennett, quindi il fatto è avvenuto, ma da un punto di vista legale non esiste alcuno strascico. Non è chiaro quindi quale sia la posizione di Sky, che si trova tra l'incudine di una corposa parte di pubblico che chiede la testa della Argento, e il martello di aver già girato tutta la parte di provini, audizioni e bootcamp, con l'inizio del programma alle porte (6 settembre) e la squadra di Asia Argento già formata.
Qui si schiude il nocciolo della questione, di cui avevamo avuto modo di parlare anche con vari musicisti italiani in passato: in assenza di un vero e proprio processo o dopo aver scontato una pena comminata da un giudice, è giusto condannare un artista o un personaggio pubblico all'oblio? 

Dopo la nascita del movimento Metoo, a molti artisti è stato imposta una totale censura retroattiva anche in assenza di denunce o procedure processuali: è il caso di Louis CK, Kevin Spacey (rei confessi ma mai ufficialmente indagati); è il caso di Fausto Brizzi recentemente assolto da tutte le accuse, ma che ha subito un sommario processo mediatico oscurantista anche da parte della propria casa di produzione, la Warner Bros Italia, con ripercussioni importanti sulla sua carriera. Potrebbe diventare il caso di Asia Argento, con l'aggravante di essere stata in sostanza la scintilla che ha accesso il Metoo, tra le prime a denunciare le violenze subite da Weinstein. Un contorto caso di vittime che diventano carnefici e viceversa, che molto spesso si trasforma in una caccia alle streghe cieca e che può avere ripercussioni molto pesanti sulla vita e sulla carriera dei coinvolti. 

---
L'articolo Cosa succede a X Factor dopo lo scoppio del caso Asia Argento di Chiara Longo è apparso su Rockit.it il 21/08/2018 10:33

Tag: x factor

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Leggi anche
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani