Inghilterra, in arrivo una legge contro i bagarini?

In Inghilterra l'industria musicale preme per una legge che blocchi i bagarini onlineIn Inghilterra l'industria musicale preme per una legge che blocchi i bagarini online
20/02/2013 12:32

Se ne parla da tempo, ma a quanto pare l'industria musicale vuole arrivare a qualcosa di concreto. Stiamo parlando dell'Inghilterra e stiamo parlando del problema del secondary ticketing, ovvero della rivendita dei biglietti, ovvero del bagarinaggio online.

Se i rivenditori di biglietti di seconda mano all'esterno dei locali sono probabilmente qualcosa di antico come la storia degli spettacoli, diverso il discorso per i siti specializzati nella vendita di biglietti non utilizzati. Proprio ieri vi abbiamo parlato di Twickets, l'applicazione che mette come paletto invalicabile il fatto di non imporre un prezzo maggiorato rispetto a quello indicato sul biglietto stesso.

I motivi per una legge in questo campo sono piuttosto chiari: aumentando a dismisura i prezzi con la rivendita dei biglietti, si crea un vero e proprio mercato che lucra sulle spalle del mercato ufficiale. Non si tratta infatti di regolare la rivendita di tagliandi da parte di singoli privati, ma di bloccare un vero e proprio business, che punta all'acquisto massiccio di biglietti e alla loro vendita in modo sistematico.

Da qui il motivo di interesse dell'industria musicale, che vede individui terzi arricchirsi grazie ai propri prodotti e alle proprie proposte, spennando gli appassionati, ovvero i finanziatori principali della stessa industria musicale.

[via]

Tag: legge bagarini inghilterra

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Chiude negli Stati Uniti l’ultima fabbrica di compact disc