"L'ultimo disco dei Mohicani" di Maurizio Blatto è stato ristampato con una copertina di Alessandro Baronciani

19/12/2017 15:40 di

"L'ultimo disco dei Mohicani", il romanzo di Maurizio Blatto sulla storia di un negozio di dischi tra aneddoti e piccole manie dei clienti, è stato ristampato in un'edizione speciale con la copertina disegnata da Alessandro Baronciani. L'artista pesarese, tra i più noti ed apprezzati del fumetto italiano, ha pubblicato sul suo profilo Instagram la foto della copertina del romanzo, già acquistabile nelle librerie e nei principali sotre online. 

"Tutto quello che esiste ma che non potete credere che esista nel mondo della musica rock e dei suoi seguaci (più o meno) appassionati", questo era il vecchio sottotitolo del romanzo di Maurizio Blatta. "L'ultimo dei Mohicani" è un romanzo che parlare di musica senza parlarne direttamente, puntando il fuoco invece sui clienti di un negozio di vinili, più o meno appassionati, tutti personaggi più o meno assurdi, tra storie di quotidianità e anedotti quasi leggendari. Questa le descrizione:

"Backdoor, Torino: siamo aperti. A cosa? Grossomodo a tutto. E a tutti. In particolar modo a quelli che davvero non pensavate potessero esistere. E invece esistono, sono il variopinto circo di clienti - più o meno occasionali, più o meno appassionati, più o meno folli - di uno storico negozio di dischi specializzato in vinile e intento a vivere l'amore per la musica dall'altra parte della barricata: un luogo talmente vero e talmente incredibile da essere più pop di un coretto dei Beach Boys. Ecco, allora, sfilare il piastrellista devoto al funky e alle donne di colore, l'audiofilo sorpreso dalla moglie con uno stereo in un appartamento affittato di nascosto e l'uomo che ha inventato i Massive Attack. Per non parlare dell'immigrato slavo che voleva morire sotto la sezione reggae, dell'indomabile Sentimentalista o del fan degli Alarm con documenti compromettenti per la Fiat... gente strana? Se la pensate così, non vi siete mai trovati di fronte a quei clienti che, incerti su cosa comprare, hanno chiesto: "Ma Che Guevara ha fatto più niente?"."

Tra i regali di Natale possibili, un libro resterà sempre una delle scelte più personali e apprezzate che potrete fare senza spendere un'occhio della testa. Questa ristampa potrebbe essere la vostra ultima occasione di trovare il regalo perfetto.

Se l'argomento vi interessa, seguite le avventure del nostro negoziante di dischi nello speciale diario mensile su Rockit

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto