Come sarebbe stata "Blue Monday" dei New Order, suonata nel 1933?

New Order e Orkestra ObseleteNew Order e Orkestra Obselete
11/03/2016 09:58 di

Questa settimana compie trentatré anni "Blue Monday", un classicone tra dance e new wave registrato nel 1983 dai New Order: composto con un Powertron Sequencer, un sintetizzatore Moog Source e una drum-machine Oberheim DMX è diventato quasi subito un vero e proprio inno dei dancefloor dagli anni '80 in poi, al quale sono state dedicate un'enormità di cover.

Tra le tante, questa è un po' diversa: è suonata interamente con gli unici strumenti disponibili negli anni '30. Curioso, dal momento che stiamo parlando di un pezzo che a suo modo ha fatto la storia della musica elettronica. 

A sintetizzatori, sequencer e drum-machine la Orkestra Obsolete ha sostituito theremin, contrabbasso, sega musicale, harmonium e molti altri strumenti che ci aiutano ad immaginare come sarebbe suonata la canzone se fosse stata scritta negli anni '30.

Una cover che potrebbe risultare consolatoria per chi si è scoperto vecchio alla notizia del trentatreesimo anniversario di questo ballatissimo brano, no?

 

(via)

Tag: cover video

Commenti (1)

  • Faustiko Murizzi 08/11/2016 ore 23:56 @faustiko

    Questa cover è semplicemente bellissima.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

I Kasabian hanno pensato di rimandare una data del tour per il Derby della Lanterna