Bye Bye Mr. Sunsplash, il saluto del 2005

12/07/2005

Comunicato Stampa

Ha chiuso i battenti l'edizione piu' entusiasmante del reggae raduno europeo. In un'estate che non si decide ad arrivare, nonostante le giornate di pioggia, il festival ha continuato a crescere confermando che alla musica reggae si è avvicinato il grande pubblico e che la manifestazione è diventata un punto di riferimento obbligatorio per chi ama il reggae e per chi sceglie di trascorrere una vacanza in musica. Oltre 10.000 campeggiatori hanno optato di acquistare il biglietto per i nove giorni del festival e il totale di presenze supera la quota 130.000.

Nomi del reggae più prestigioso si sono succeduti sul palco, dai Black Uhuru a Jimmy Cliff e poi i Morgan Heritage, Gregory Isaacs, Frankie Paul e U Roy, Chuck Fenda e Richie Spice, Israel Vibration e Barrington Levy, Anthony Cruz e i Twinkle Brothers, i Sud Sound System e Patrice. Un mix di stili, epoche, innnovazioni e tradizioni che mette in rilievo l'estrema vitalità della musica proveniente dalla Giamaica. Accanto ai big caraibici gli artisti europei e italiani hanno dimostrato che il reggae è cresciuto anche da noi e ha acquistato originalità e autonomia .

We Can Change the World canta uno striscione arcobaleno appeso in cima al forte che sovrasta il Parco del Rivellino. La dichiarazione di intenti del festival e del popolo del reggae che dal Rototom Sunsplash lancia un appello per la salvezza di Madre Terra, il tema cui il festival 2005 è dedicato. Una emergenza non dilazionabile e l'impegno per tutti noi a non tradire il patto di reciproco rispetto tra uomo e natura. Un impegno che si è tradotto in tanti gesti collettivi. I seminari che hanno analizzato e proposto alternative per le città del futuro e per il risparmio energetico, i film dedicati al rapporto tra uomo e ambiente, la raccolta differenziata dei rifiuti, i giochi ragionati dei bambini, le voci delle associazioni che fanno politica ambientale.

Un buon successo è stato riscosso dall'aver trasformato il raduno anche in un evento mediatico con le dirette quotidiane di Radio Popolare Network, di Arcoiris e di Telefriuli, cui si aggiungono gli spazi su Sky tv e le trasmissioni in streaming. Piu' l'utilizzo di www.rototomsunsplash.com, aggiornato in tempo reale con un forum di discussione, tanti materiali fotografici, biografie e curiosità.

Ma il successo del festival è essenzialmente dovuto alla formula che lo ispira, una scommessa contro la fretta e la solitudine di un mondo competitivo sempre in corsa per ottenere qualcosa, dove dominano i sentimenti dell'ansia e della paura mentre all'interno del parco si vivono spazi liberi di immaginazione e di piacere, momenti collettivi di allegria e riflessione, giornate in cui i ritmi sono scanditi dalla musica e dalla voglia di capire senza essere telecomandati.

Un grande grazie alle 1.200 persone che hanno lavorato per mesi per mettere a punto in tutti i suoi mille dettagli la macchina di pace del festival e un ringraziamento anche alla stampa che ci ha seguito con curiosità e attenzione.

L'appuntamento per la prossima edizione è dal 30 giugno all'8 luglio 2006.

Per altre info:
www.rototomsunsplash.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati