Il cantante dei Negrita aggredisce un giornalista

19/04/2000

Il cantante del gruppo aretino Negrita, "Pau" Bruni, ha aggredito il
giornalista Andrea Scanzi, anch'egli aretino, alle tre di notte di domenica
mattina, presso la discoteca "Baby O" di Talzano (AR).

Dopo svariate
offese, Bruni ha colpito con due schiaffi Scanzi, lo ha preso per i
capelli, gli ha sputato nel volto e, al termine dell'aggressione - durata
dieci minuti - gli ha infilato violentemente due dita negli occhi. Scanzi,
che non ha reagito, è stato portato al Pronto Soccorso di Arezzo dove gli
è stata diagnosticata una "emoraggia sottocongiuntivale con area di
sofferenza corneale nell'occhio destro" per una prognosi di almeno 7
giorni.

All'origine della incontrollabile violenza di Bruni, apparso
totalmente fuori di sé, pare ci siano alcuni giudizi caustici sul valore
artistico dei Negrita pubblicati da Scanzi nel settimanale "Il Mucchio
Selvaggio
".

All'aggressione hanno assistito senza intervenire sia il
servizio d'ordine della discoteca, sia il chitarrista della band, Enrico
'Drigo' Salvi
.

Commento del direttore del Mucchio Max Stèfani:

"Molti musicisti, solo per il fatto di vendere dischi, pensano di vivere in
una bolla di sapone. Di essere intoccabili. Però basta andargli un attimino
contropelo, che subito s'incazzano, pigliano d'acido e di superbia.

Quando
si ha a che fare con persone civili di solito si discute e al massimo
arrivano a non darti un'eventuale futura intervista. Purtroppo, quando si
ha a che fare con gente di basso rango, si può anche arrivare a questo.

Ci
riserveremo comunque di rivalerci in sede legale. Sia come Scanzi, sia come
giornale, in quanto Scanzi è stato aggredito in qualità di "giornalista"
del Mucchio".

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Perché "Brunori a teatro" non è solo un altro concerto di Brunori Sas