La canzone più lunga del mondo ...e i cibi transgenici

11/08/2000

LA CANZONE PIU' LUNGA DEL MONDO
Per ribadire il NO agli alimenti transgenici
APPELLO AI GRUPPI MUSICALI E AI MEDIA

Il gruppo musicale "Liberare i Nani" di Ravenna, in appoggio alla mobilitazione promossa dalle associazioni ambientaliste, per un "no" a qualsiasi ipotesi di apertura in Europa agli alimenti transgenici in assenza delle necessarie certezze dal mondo scientifico, organizza, in collaborazione con Materiali Musicali di Faenza, con il patrocinio del Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Faenza e la partner-ship della Coop. Adriatica, il tentativo di battere il record della "canzone più lunga del mondo", già detenuto dal gruppo musicale "Elio e le storie Tese". L'idea si inserisce nell'ambito del progetto M.A.T.- Music Against Transgenic lanciato nelle settimane scorse dalla band ravennate, a tutela dei consumatori.

La canzone scelta è "Tu mangi quel che sei", cover della famosissima "Surfing USA". Il testo propone, con l'ironia che contraddistingue il gruppo, le conseguenze del mangiare cibi transgenici, con il consiglio finale di fidarsi solo dei prodotti biologici e naturali.

Il tentativo di entrare nel Guinness dei Primati inizierà sabato 14 ottobre 2000 sera, presso la Casa della Musica di Faenza, per concludersi domenica 15. Alcuni collegamenti in diretta su TMC2 a Roxy Bar di Red Ronnie, la diffusione tramite web-cam su internet, l'appoggio di molte associazioni ambientaliste, la diffusione di un file MP3, la realizzazione di un videoclip della canzone, dovrebbero garantire la massima diffusione dell'iniziativa.

Lanciamo un appello a tutti coloro che vogliano collaborare alla realizzazione del record, ABBIAMO LA ASSOLUTA NECESSITA' DI COLLABORAZIONI: gruppi musicali o singoli musicisti, attori e animatori, cantanti e cineasti -ma anche radio, tv e siti internet- sono invitati a prendere contatto tramite il sito internet www.mat.firstpage.de o telefonando al numero telefonico 0546 24647 oppure scrivendo all'e-mail: matmus@lamiarete.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Perché "Brunori a teatro" non è solo un altro concerto di Brunori Sas