Carla Bruni vince alle Victoires de la Musique

03/03/2004

nella categoria "Artista femminile dell’anno" alle !

Dopo i riconoscimenti conquistati sulle passerelle dell’alta moda internazionale, Carla Bruni conquista ogni giorno di più quelli dedicati alle star della musica. Sabato sera l’ha fatto vincendo uno dei premi più prestigiosi delle "Victoires de la Musique" - gli Oscar francesi della musica – ovvero il premio come "Artista Interprete Femminile dell’Anno", battendo persino un mostro sacro come Juliette Greco. I premi sono stati assegnati al Teatro Zenith di Parigi durante una sfarzosa e solenne cerimonia teletrasmessa in diretta da France 2.

Questa vittoria arriva dopo la nomination dell’anno scorso nella categoria "Artista Rivelazione Femminile dell’Anno" (categoria nella quale ha però vinto ai French Music Awards 2003), su quello stesso palco su cui la Bruni, come ha lei stesso ricordato, aveva fatto il suo debutto ufficiale come cantante.

Tutto va molto velocemente nella nuova carriera di Carla Bruni: alcune canzoni inviate anonimamente a Julien Clerc, grande artista francese che ne sceglierà sei per il suo album "Si j’étais elle", e finalmente un disco tutto suo, "Quelqu’un m’a dit" (Sk-eye - Naïve), apparso in modo discreto all’inizio dell’autunno 2002 e giunto in Francia a circa 1.200.000 copie vendute, 70.000 in Italia ed altri 300.000 esemplari all’estero. E da un paio di settimane Carla Bruni ha cominciato una serie di concerti dal vivo che stanno riscuotendo un enorme successo di pubblico e critica.

Fra folk, blues, rock e canzone d’autore, con la sua voce leggermente roca, Carla Bruni si è imposta come l’erede di quelle voci femminili dolcemente aspre e ricche di fascino (Carole King, Joni Mitchell e Marianne Faithfull), che negli anni hanno conquistato un posto speciale nel cuore del pubblico.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati