Il rap e Casa Pound. Alcune riflessioni sulla manifestazione #MaiConSalvini a Roma

Il manifesto di Zerocalcare - maiconsalviniIl manifesto di Zerocalcare - maiconsalvini
03/03/2015 16:34 di

È uscito un articolo firmato da Kento sul sito de Il Fatto Quotidiano che prende in analisi alcuni fatti legati alla manifestazione antirazzista e antifascista dello scorso sabato a Roma. L'articolo cita alcuni commenti sgradevoli - “Pensa che me piacevi come rapper”. “V’aspettiamo antifa quaraquaquà”. “Continuo ad ascoltarti anche se non sai di cosa parli”. “Basta usare i termini fascista e razzista a caso”. “Roma fa schifo e tu di più” - rivolti al rapper Lucci per aver promosso #MaiConSalvini.

 



Kento prende spunto dalla vicenda – chiarendo bene che ogni tipo di generalizzazione va evitata e che sarebbe fuori luogo affermare che il pubblico del rap italiano stia diventando razzista – per ricordare come negli ultimi anni ci sia stato un avvicinamento di Casa Pound verso il rap e la sua cultura: sono state organizzate serate e addirittura dei contest dedicati ai graffiti, in netta contrapposizione con le operazioni anti-writers promosse dal movimento anni prima. Kento esorta, infine, ad un presa di posizione più chiara: "ora, la richiesta che, senza mezzi termini, faccio alla scena hip hop italiana nella sua interezza è una scelta di rifiuto del fascismo e del razzismo in ogni forma. Dobbiamo dire che non vogliamo i fascisti ed i razzisti né ai nostri concerti né sulle nostre pagine Facebook. Nei dischi possiamo parlare di rivoluzione – come faccio io – come anche di canne e ragazze, ma non dobbiamo dare nemmeno per sbaglio la possibilità ai nostri nemici di infiltrarsi nella nostra cultura. È il 2015. Siamo pronti ad esporci?" L'argomento merita sicuramente ulteriori approfondimenti, vi terremo aggiornati.

Tag: polemica rap italiano

Commenti (1)

  • Gabriele Taddei 04/03/2015 ore 09:26 @iron81

    Poi ci spiegherete chi cazzo è Kento...

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati