Scegli la musica da far ascoltare nelle carceri italiane

foto via hirshon.blogspot.com - co2 musica in carcerefoto via hirshon.blogspot.com - co2 musica in carcere
15/02/2016 15:57 di

Co2 è un progetto ideato nel 2013 da Franco Mussida, ex PFM, finanziato da SIAE e sostenuto dal Ministero della Giustizia e sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica, nato con l'intento di valutare l'impatto della musica sull'umore e il comportamento quotidiano dei detenuti.

Per adesso la sperimentazione è partita in quattro istituti, le carceri di Monza, Opera, Secondigliano e Rebibbia (solo reparto femminile). Ad ogni istituto è stata donata un'audioteca SAEM, ovvero Stazione per l'Ascolto Educato della Musica, che attualmente contiene una scelta di circa 1000 brani strumentali suddivisi non per genere ma per "stato d'animo": ogni settimana i detenuti seguono un corso di 2 ore all'ascolto educato della musica, guidati da un musicista.
E sempre da musicisti ed esperti del settore sono stati scelti i brani in oggetto, e la natura soggettiva dei suggerimenti serve a incentivare il processo di comparazione. Tra i diversi "esercizi" svolti dai detenuti, c’è anche quella di confermare l’indicazione emotiva suggerita, comparandola con la propria personale esperienza. Le possibilità di ascolto sono molto varie: si va dal pop alla musica per film, dal progressive alla musica etnica, passando per il jazz. 

Oggi, a 3 anni dalla partenza del progetto, si stanno elaborando i primi risultati, ma la libreria dell'audioteca ha bisogno di essere ampliata, per cui Franco Mussida ha lanciato un appello a tutti i musicisti e agli appassionati di musica: indicare tramite il sito ufficiale co2musicaincarcere.it nuovi brani da aggiungere alla collezione, di ogni genere e clima emotivo; "Speranza, gioia, ottimismo, entusiasmo e anche la nostalgia, che sa donare il ricordo di momenti felici" scrive Mussida "La Musica, magia assoluta, in ogni suo genere e stile, li contiene tutti".

Tag: legge

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Andare ai concerti allunga la vita