Coez, Lucci, Kento e Prisma portano l'hip hop italiano in Palestina

hip hop smash the wallhip hop smash the wall
23/09/2014 15:46

Hip hoppers italiani in Palestina. È questo il concetto dietro “Hip hop smash the wall”, un'iniziativa propossa da Assopace Palestina che coinvolge artisti hip hop italiani e palestinesi che in questi giorni si trovano nei Territori Occupati per collaborare con i ragazzi locali a un disco e vari workshop connessi con la cultura hip hop.


Kento, Lucci, Coez e Prisma sono già al lavoro in questi giorni per incidere un disco con alcuni dei rappers locali più validi tra cui Stormtrap e Achelous da Ramallah, Anan Ksym e altri giovani promettenti mc seguiti dalla label UG Records e dalla casa di produzione Mazaj Production, fondate dallo stesso Anan a Nazareth, e il crew Sound World dall'Askar Refugee Camp. 
 

<

Alcuni artisti della Striscia di Gaza, coinvolti nel progetto, non hanno potuto raggiungere Ramallah a causa delle restrizioni di movimento imposte da Israele nei confronti dei palestinesi gazawi. Il check-point di Erez è un passaggio impossibile per i palestinesi che vogliono raggiungere i propri concittadini in Cisgiordania. Ci saranno per questo delle attività a distanza, che permetteranno agli artisti della Striscia di essere coinvolti comunque nell'intero progetto.

L'album sarà disponibile nell'autunno ad un offerta consigliata di cinque euro, che contribuirà a finanziare il progetto. Sarà inoltre possibile prenotare le copie in anticipo attraverso il sito dell'associazione, inviando una mail a questo indirizzo.

Il progetto è realizzato in partenariato con il Comune di Ramallah.

Tag: hip hop

Pagine: Prisma Kento Coez

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati