Mancarsi dei Coma Cose, un nodo alla gola da gettarsi nel Po(p)

18/03/2019 16:40 di

"E fammi fare i soldi come i rapper che poi dividiamo" dice California in Mancarsi, traccia numero due di Hype Aura, il primo album dei Coma Cose e non sappiamo quanto la loro insalata di Lorimeri nel centro sociale, di Battisti alle prese coi giochi dei parole che si fanno alle medie quando siamo timidi e brillanti, di seeh ah yeye ripetuti ad ogni pausa della metrica farà fare loro i $$$ quelli veri, ma questo graffiti pop che li vede come alfieri col cappuccio, qui funziona proprio tanto. Tanto nel senso di "tocca le corde di quel posto dove una volta c'era il cuore ma dove ora fa così freddo che ci metto le birre".

Mancarsi, primo sussulto e primo vero ritornello pop di quelli che vanno in radio nei centri commerciali, ma anche pezzone generazionale di due che non fanno neanche parte della stessa generazione e quindi riescono a dare una visione d'insieme alla parola amore, che in questo caso è più vicina all'affinità elettiva e comunque lo stesso vuoto lo lascia ogni tipo di addio, anche quello alla giovinezza.

"Ci hanno dato tutto, ci hanno tolto tutto, poi ci hanno detto "lascia un commento", e in una frase trovate la descrizione perfetta per quando i vostri nipoti virtuali vi chiederanno com'era il 2020. "Che schifo avere vent'anni, però quant'è bello avere paura", altro brivido, altra verità a gambatesa che riporta la mente ai film di formazione americani degli anni '90 mischiati alla vita violenta pasoliniana e poi quell'altro verso: "Ma tu ci pensi mai alla fretta, ai ritardi, a chi è rimasto indietro e quanto è ancora difficile dirgli "Mi manchi" che annoda la gola con perizia di marinaio.

I Coma Cose di Hype Aura sono imperfetti per natura e se lanciano male la freccia, quella va fuori dal tabellone, ma quando la lanciano bene è un centro sicuro. Il nuovo pop passa da Fausto e Francesca, dalla loro voglia di aprirsi a libro e condividere le esperienze di chi non ha avuto tutte stelle nella vita e comuque è lì a raccontarla. Poi chi inventa "La strada è solo una riga di matita che trucca gli occhi alla pianura" sa scrivere, altroché. 

 Bel pezzo, lo rimettiamo su.

 

Tag: canzoni del momento

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati